Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 20 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

La Protezione Civile dirama la nuova ALLERTA METEO ARANCIONE, si teme la piena dei fiumi

METEO ITALIA - I fiumi sono i sorvegliati speciali di questi giorni, è ALLERTA per il fiume Po. Diramata dalla Protezione Civile l'ALLERTA METEO, i dettagli

Allagamenti, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 4
  • Oggi cieli soleggiati su gran parte della Penisola

    La giornata odierna è passata in cavalleria all’insegna di condizioni meteo di generale ed evidente stabilità, con i cieli che fin dalla mattina sono apparsi ovunque soleggiati o poco nuvolosi e tali sono rimasti per tutto il resto della giornata. Questo grazie agli effetti di un vasto promontorio anticiclonico di origine azzorriana che si è esteso dalle omonime Isole fino a interessare tutto il bacino del Mediterraneo centro-occidentale, Italia compresa.

    Qualche nevicata sulle Alpi

    Nella giornata odierna qualche nevicata ha comunque interessato l’arco alpino, grazie all’influenza delle correnti più fresche e instabili provenienti da latitudini più settentrionali. Più precisamente, i settori coinvolti sono quelli nordoccidentali e le Dolomiti, le cui quote neve si sono attestate rispettivamente intorno ai 1700/1800 e 1300/1400 metri, con accumuli al suolo anche moderati.

    Domani poche piogge, a preoccupare maggiormente è la piena dei fiumi

    Qualche nota di maltempo per domani, ma a preoccupare è il livello dei fiumi.

    Per quanto riguarda la giornata di domani mercoledì 25 dicembre, in concomitanza dunque del giorno del Santo Natale, non sono previsti fenomeni significativi sul nostro territorio, se non per qualche pioggia possibile soprattutto per la prima parte di giornata su Calabria e Sicilia tirrenica, con accumuli al suolo tuttavia scarsi se non del tutto assenti. Qualche nevicata è attesa sulle Dolomiti a quote intorno ai 600 metri in mattinata, in leggero rialzo nel corso del pomeriggio verso gli 800 metri. A preoccupare però maggiormente gli enti, è la piena del fiume Po. Non a caso, come vedremo, l’allerta diramata per i bacini adiacenti è di colore arancione.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo ora il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sulla Calabria meridionale e tirrenica centrale e sui settori settentrionali della Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Nevicate: sparse sui settori alpini di confine dell’Alto Adige, con apporti al suolo moderati. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: senza variazioni di rilievo. Venti: localmente forti nord-occidentali su Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia e dal pomeriggio localmente sui settori costieri di Marche, Abruzzo e Molise; localmente forti di Favonio sui settori alpini. Mari: da molto mosso ad agitato lo Stretto di Sicilia; generalmente molto mossi i restanti bacini occidentali e lo Ionio, con moto ondoso in attenuazione sui bacini di nord-ovest. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta arancione, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino e sullo stato attuale del livello idrologico, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Mercoledì 25 dicembre 2019: MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONE: Emilia Romagna: Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese. Lombardia: Bassa pianura orientale. Veneto: Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale. Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Livenza, Lemene e Tagliamento. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige.
    Interessati dunque dall’allerta i seguenti capoluoghi: Padova, Rovigo, Ferrara, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Cremona e Mantova.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e poi nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: