Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 6 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Maltempo sta flagellando l’Italia: piogge alluvionali, mareggiate e disagi alla circolazione ferroviaria. Le zone duramente colpite

Piogge e fango bloccano treni e automobili: tutti i disagi del maltempo che sta colpendo il sud Italia e in particolare la Sicilia

Maltempo e venti tempestosi in Italia. Foto: Pixabay
1 di 4
  • Ciclone Mediterraneo in transito sull’Italia

    Un vero e proprio ciclone in azione sul basso Tirreno, con vento e piogge anche torrenziali. Più colpito il meridione con danni e disagi soprattutto in Calabria, Basilicata e Puglia. Purtroppo nel tarantino il vento ha superato i 100 km/h e si registrano anche dei feriti. Non ci sono buone notizie per il resto della settimana, quando, dopo una breve tregua tra domani sera e giovedì mattina, nuovo importante gusto in Italia, a cominciare dal nord-ovest, dove arriverà anche parecchia neve sull’arco alpino.

    Il maltempo si abbatte sulla Sicilia, forti disagi in tutta la regione

    Il maltempo, come detto, sta colpendo in queste ore soprattutto il sud Italia e sta mettendo in ginocchio anche la Sicilia: le abbondanti piogge degli ultimi giorni, spiega Gds.it, hanno causato enormi disagi in gran parte della regione, soprattutto alla circolazione ferroviaria. Innumerevoli infatti i problemi rilevati in diverse stazioni dei treni, con i pendolari messi seriamente in difficoltà.

    I problemi sulla linea ferroviaria

    Nelle ultime ore, il caso più critico è stato quello del treno Intercity 1958 partito da Palermo e diretto a Roma via Messina che, a causa della caduta sui binari di un cavo dell’alta tensione, si è bloccato all’altezza di San Piero Patti accumulando oltre 140 minuti di ritardo. Non solo: ritardo di 105 minuti anche per l’Intercity 1562 che avrebbe dovuto unirsi a quello di Palermo sopracitato. Innumerevoli i i disagi sulle varie coincidenze ferroviarie. I tecnici sono ancora a lavoro per ripristinare il servizio, ma non è finita. Circolazione rallentata anche sulla linea Caltanissetta-Gela, a causa di pioggia e fango, e sospeso il tratto fra Dittaino e Motta (a Trapani). I disagi del maltempo hanno dunque provocato la riprogrammazione totale dei servizi ferroviari Messina–Catania–Siracusa e Catania–Palermo, oltre che dei collegamenti da e per Trapani. Purtroppo in zona continuerà a piovere intensamente nel corso delle prossime ore e non saranno da escludere altre criticità e ripercussioni sul traffico ferroviario, oltre che quello stradale.

  • Disagi ai treni

    Problemi infatti, si sono avuti anche in strada: la Statale 113 Settentrionale Sicula, riporta l’Anas, è stata provvisoriamente chiusa all’altezza di Gioiosa Marea, in entrambe le direzioni, per la presenza di massi e detriti nelle carreggiate, provenienti dalle montagne e caduti a causa del maltempo. Ciò ha provocato lunghe code e strade congestionate. Non sono mancate forti mareggiate, in particolare nel settore ionico calabrese, in Sicilia e in Puglia, dove i venti hanno superato i 100 km/h.

  • Prossime ore con venti oltre i 100 km/h

    Il ciclone Mediterraneo, nel corso delle prossime ore si approfondirà ulteriormente e porterà venti molto forti in particolare al meridione, tra Calabria, Basilicata, Puglia e Campania, dove potrebbero superare i 100 km/h. Le piogge saranno anche a carattere di nubifragio nel settore ionico, dove è in vigore per tutta la giornata odierna un’allerta rossa, soprattutto per le coste calabresi e siciliane.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo tra l’altro anche ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: