Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 30 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – AFFONDO POLARE in arrivo sull’ITALIA, torna la NEVE a QUOTE BASSE, ecco le regioni interessate

METEO - AFFONDO POLARE in arrivo entro il prossimo fine settimana sull'ITALIA, la NEVE può tornare a scendere a quote BASSE, ecco dove in particolare

Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 4
  • Cronaca di un inverno fin qui anonimo

    Ci stiamo imbattendo in una cronaca di un inverno fin qui del tutto anonimo. Da quando è entrato in vigore l’inverno astronomico (nonché dalla giornata di domenica 22 dicembre 2019) in Italia non si è verificato neanche un episodio di neve in pianura. L’Alta pressione è stata la vera protagonista di questa stagione al momento, con bel tempo e temperature che tuttavia non sono risultate di molto sopra la norma del periodo, grazie al fenomeno dell’inversione termica.

    Tornata l’Alta pressione in Italia in queste ore

    In queste ore, dopo il miglioramento evidente delle condizioni meteo che si è riscontrato anche sulla Sardegna, dove nella giornata di ieri persistevano delle piogge grazie all’azione di una goccia fredda che in queste ore insiste sullo Stretto di Gibilterra, è tornato ad avvolgere la nostra Penisola l’Anticiclone di matrice afro-azzorriana che si estende peraltro su buona parte dell’Europa per oltre 6000km. Temperature generalmente oltre la media del periodo e cieli in prevalenza soleggiati.

    Affondo polare in arrivo da venerdì in Italia?

    Affondo di natura polare in arrivo per il prossimo weekend.

    La situazione potrebbe però sbloccarsi in favore dell’arrivo di una nuova parvenza di inverno, dopo la brevissima e flebile fase instabile del weekend appena trascorso, entro la giornata di venerdì 24 gennaio. Quello che succederà dal punto di vista sinottico è che una saccatura di origine polare marittima (o, meno “tecnicamente”, nordatlantica) riassorbirà la goccia fredda che momentaneamente sta insistendo sullo stretto di Gibilterra e, nel suo percorso verso oriente, investire la nostra Penisola apportando, come vedremo, maltempo e neve a bassa quota.

  • Neve a bassa quota in arrivo tra basso Piemonte e Appennino ligure

    L’affondo polare che avverrà nelle modalità descritte nel corso del precedente paragrafo, inizierà dunque ad interessare le regioni nordoccidentali italiane a partire dalla giornata di venerdì 24 gennaio, per poi estendersi ulteriormente nelle ore successive. In queste aree la neve potrebbe fare nuovamente la sua comparsa a quote relativamente basse e intorno ai 500/600 metri, in particolare sull’Appennino ligure e sulle aree più meridionali del Piemonte.

  • Il maltempo interesserà il centro-nord nel weekend e raggiungerà il sud solo lunedì

    Il maltempo come scritto all’interno del precedente paragrafo si estenderebbe in un momento successivo, ma comunque nel corso del weekend, sulle rimanenti regioni centro-settentrionali, con piogge generalmente moderate e solo a tratti intense. L’instabilità si estenderà verso le regioni meridionali solamente nella giornata di lunedì 27 gennaio e risulterà diffusa ma non particolarmente intensa. La neve in tutte queste aree cadrà a quote di montagna.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: