Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 21 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – AGGIORNAMENTO SHOCK, possibile ONDATA di FREDDO ARTICO in arrivo in ITALIA con NEVE a BASSA QUOTA, ecco quando

METEO - Aggiornamento shock da parte di GFS che mostrerebbe l'arrivo di una poderosa ondata di freddo artico per i primi giorni di febbraio, tutti i dettagli

Neve, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 4
  • Tempo in prevalenza stabile in Italia

    La giornata odierna risulta particolarmente stabile e asciutta sulla stragrande maggioranza del territorio italiano. Cieli in prevalenza soleggiati o al più poco nuvolosi si riscontrano quasi ovunque da nord a sud sulla nostra Penisola grazie agli effetti di un nuovo vasto e robusto promontorio anticiclonico in estensione non solo sull’Italia ma su gran parte dell’Europa centro-occidentale. Ciò continuerà ad apportare condizioni meteo di generale stabilità e temperature solo di poco oltre la media, grazie allo scorrimento di aria più fredda sul bordo orientale dell’Alta pressione stessa.

    Residue note di maltempo sulla Sardegna orientale

    Dopo la violenta ondata di maltempo che ha coinvolto la Sardegna nella giornata di ieri lunedì 20 gennaio, in particolar modo il versante orientale dove si sono verificati i maggiori disagi, la giornata odierna è stata ed è tutt’ora caratterizzata ancora dalla presenza della nuvolosità, con qualche pioggia di debole intensità prevalente che sta ancora coinvolgendo il settore orientale dell’Isola, con apporti al suolo comunque decisamente deboli.

    Primi di febbraio, cambiano repentinamente i modelli di calcolo

    Freddo artico in arrivo sull’Italia per i primi del mese di febbraio?

    Per quanto riguarda l’evoluzione meteo prevista per i primi di febbraio, ci ritroviamo sicuramente a commentare una situazione di alto grado di inaffidabilità degli attuali aggiornamenti, dimostrabile non solo attraverso gli spaghi con una forbice di incertezza pressoché evidente sul lungo termine, ma anche dai cambiamenti repentini che i modelli di calcolo subiscono ad ogni aggiornamento. L’ultima emissione del modello americano GFS tuttavia, riserva importanti novità, come vedremo.

  • Ondata di freddo artico in arrivo sulla nostra Penisola?

    Stando dunque all’emissione pomeridiana di uno tra i principali centri di calcolo, quello americano GFS riferita all’aggiornamento delle 12utc, l’Italia potrebbe venire interessata dall’arrivo di un’ondata di freddo di origine artico marittima per i primi giorni di febbraio (intorno al 3-4 del mese). Ciò riporterebbe condizioni climatiche nettamente più invernali sul nostro Paese, grazie al ritorno del maltempo e della neve a bassa quota, vediamo le regioni maggiormente indiziate in tal senso.

  • Regioni adriatiche favorite per il ritorno della neve?

    Attualmente, stando sempre alla medesima emissione modellistica, la saccatura portatrice del freddo artico sembrerebbe assumere una deriva piuttosto orientale, che assicurerebbe la neve a quote basse sulle regioni adriatiche. Tuttavia si tratta solo di un’ipotesi assolutamente da confermare nel corso dei prossimi giorni, data l’elevata distanza temporale. Pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti sul nostro sito.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: