Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 21 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO: ITALIA spaccata in due tra maltempo e aria calda africana, ecco i dettagli per i prossimi giorni

METEO: maltempo confermato su alcune regioni ma su altre importante aumento termico a causa dei venti meridionali, ecco dove

Prossimi giorni con l'Italia divisa tra il maltempo e il caldo africano.
1 di 4
  • Tempo più stabile ma tra poco si cambia

    Condizioni meteo in prevalente asciutte e soleggiate in Italia grazie all’anticiclone che torna a rafforzarsi sul Mediterraneo, anticipiamo subito però che ci attendiamo un drastico cambio a seguire con la nostra Penisola spaccata in due. Un profondo vortice depressionario, con valori al suolo fino a 980 hPa, è presente poco ad ovest delle Isole Britanniche. Questa spinge verso l’Europa centro-occidentale e in parte anche sull’Italia venti più umidi dai quadranti occidentali. Aspettiamoci dunque un po’ di nuvolosità in transito e anche occasionali pioviggini. Confermato un peggioramento meteo nel weekend ma attenzione perché ci sarà anche un colpo di scena.

    Colpo di scena: temperature in netto aumento

    Nel corso dei prossimi giorni una saccatura depressionaria si allungherà dalle Isole Britanniche verso la Penisola Iberica. Molte cose sono cambiate rispetto alle tendenze elaborate all’inizio della settimana a causa di un vero e proprio stravolgimento da parte dei modelli. Lo spostamento sempre più ad ovest dell’asse di saccatura ha fatto si che sulla nostra Penisola il maltempo, almeno nella fase iniziale, sarà relegato per lo più alle regioni di Nord-Ovest. Più asciutto al Centro-Sud con i venti meridionali che la faranno da padrone portando un netto aumento delle temperature su valori anche di 8/10 gradi al di sopra delle medie del periodo. Questa situazione potrebbe raggiungere il suo apice nella prima metà della prossima settimana a causa di un profondo vortice depressionario che i principali modelli mostrano sulle Baleari.

    Maltempo in arrivo per il weekend ma l'Italia sarà solo in parte interessata da una vasta perturbazione atlantica.

    Maltempo in arrivo per il weekend ma l’Italia sarà solo in parte interessata da una vasta perturbazione atlantica.

    Meteo weekend: dove si rischiano nubifragi?

    Sia il modello GFS che l’europeo ECMWF mostrano un peggioramento meteo tra la serata di Venerdì e la giornata di Sabato sulle regioni di Nord-Ovest con piogge soprattutto su Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia. I fenomeni saranno deboli o moderati con accumuli abbondanti specie su Alto Piemonte e prealpi lombarde. Possibilità di fenomeni più intensi, anche a carattere di temporale o nubifragio, tra Domenica e Lunedì con alto Piemonte e Liguria tra le zone più colpite. Qui il maltempo potrebbe insistere fino alla giornata di Martedì quando poi è atteso un generale miglioramento delle condizioni meteo a causa dello spostamento troppo a sud del vortice.

  • Ipotesi MEDICANE per la prossima settimana

    La circolazione depressionaria che nel corso della prossima settimana giungerà sul Mediterraneo potrebbe anche dar vita ad un Medicane, ossia un ciclone Mediterraneo. Intorno alla metà della settimana il modello GFS vede un vortice depressionario ben strutturato con aria più fredda in quota e valori di pressione al suolo fino a 995 hPa poco ad ovest delle Baleari. Se confermato, questo ciclone Mediterraneo tra Penisola Iberica e nord Africa, porterà condizioni meteo perturbate soprattutto su Marocco, Algeria e Spagna orientale con elevato rischio di alluvioni lampo. A rischio nubifragi anche la Sardegna mentre sul resto della Penisola si avrebbe un’accentuazione della risalita di aria più calda dai quadranti meridionali.

  • Tendenza meteo per fine mese

    Evoluzione meteo per la fine del mese di ottobre ancora assai confusa, come in effetti ci si può aspettare su di una distanza temporale così elevata e per di più in un periodo così dinamico come l’autunno. Il modello americano GFS mostra comunque da diversi run l’ipotesi di una discesa di aria fredda dal nord Europa verso il Mediterraneo. Se confermata questa potrebbe anche portare entro la fine di ottobre il primo peggioramento meteo dalle caratteristiche quasi invernali con crollo delle temperature e neve su Alpi e Appennino a quote medio-basse. Gli spaghi supportano in parte questa ipotesi con diverse corse che mostrano un calo delle temperature negli ultimi giorni del mese.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: