Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 22 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Nubifragio lampo poco fa: chicchi di grandine come palline da golf e fiumi di acqua e fango invadono tutto. Situazione difficile nelle Marche

METEO DIRETTA - Violenti temporali grandinigeni in sviluppo tra Marche e Umbria, tutte i dettagli

Grandine, immagine di repertorio, fonte Pixabay.
1 di 4
  • Anticiclone sotto attacco di correnti atlantiche

    L’Anticiclone di matrice afro-azzorriana che nei passati giorni ha caratterizzato e condizionato con alti e bassi il tempo dello stivale italiano, sta in queste ore subendo l’attacco di un leggero affondo sul nord Italia di un piccolo cavo atlantico. Il piccolo promontorio anticiclonico aveva infatti già mostrato i suoi primi problemi nella giornata di ieri nel contrastare gli attacchi che sferravano le correnti atlantiche le quali si trovavano sui Paesi europei centrali. Quest’oggi, con un affondo più deciso, il maltempo è scoppiato anche su alcune zone del centro, come vediamo fra poco.

    Violenti temporali grandinigeni stanno colpendo le zone tra Umbria e Marche, accumuli oltre 70mm

    Da questo pomeriggio e precisamente da poco dopo l’orario di pranzo, violenti temporali si sono formati tra Umbria e Marche. Il sistema temporalesco si è poi espanso bussando alle porte di città come Ascoli Piceno, dove si è verificata anche una violentissima grandinata, con danni ad alcune auto e numerosi allagamenti. La località più colpita è infatti alle porte del capoluogo, precisamente Mozzano (AP) che ha registrato la bellezza di 71,4 mm accumulati in pochissime ore. Anche Castelluccio di Norcia (PG) è stata duramente colpita dai temporali, con accumuli al suolo di 66,4 mm. Sono dati momentanei in possibile ulteriore mutamento nelle prossime ore. Nell’ascolano si segnalano anche interruzioni di corrente e grandinate.

    Temporali anche nelle zone interne della Toscana

    Nostre previsioni meteo per l’Italia valide per questa notte.

    Anche alcune zone interne della Toscana sono state interessate quest’oggi da temporali anche intensi. In particolare, trattasi sempre di temporali convettivi, in sviluppo da poco dopo l’ora di pranzo. In questo caso tra i paesi più colpiti spicca sicuramente Molino del Piano nel fiorentino, che ha totalizzato fin ora 15,4mm. A seguire c’è il capoluogo Firenze con 11,4mm. Brusco calo termico anche dell’ordine di 10°C in queste zone.

  • Evoluzione meteo delle prossime ore

    Forti temporali si sono quindi registrati sull’Italia centrale in queste ore e continueranno ad interessare queste zone almeno fino al tardo pomeriggio. Successivamente è previsto un miglioramento delle condizioni meteorologiche che però, come vedremo, saranno solo temporanee dal momento che domani pomeriggio si ripresenterà lo stesso scenario.

  • Ancora maltempo domani, soprattutto sulle regioni centrali

    Domani il maltempo la farà ancora da padrone in molte zone d’Italia. E’ però sulle regioni centrali che nella giornata di domani venerdì 23 agosto le piogge possono colpire in maniera più intensa. Il miglioramento sarà quindi dunque solo temporaneo, come accennato nel precedente paragrafo, in attesa di un nuovo sviluppo di temporali pomeridiani convettivi che potranno risultare localmente anche più intensi e sparsi su una superficie maggiore. Di seguito il video (Youtube-Rivieraoggi) che mostra alcuni istanti della violenta grandinata che ha colpito Ascoli Piceno.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.