Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 4 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Esplode la bolla calda, le PREVISIONI di fuoco: poi NEVE e MALTEMPO

PREVISIONI METEO ITALIA, temperature in forte rialzo da Nord a Sud: poi un cambio repentino delle condizioni atmosferiche. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio di questo editoriale la tendenza per la prossima settimana ed il dettaglio previsionale per il week end

METEO ITALIA - Esplode la bolla calda, le PREVISIONI di fuoco: poi NEVE e MALTEMPO
METEO - Il dettaglio previsionale per il fine settimana e la tendenza per gli ultimi giorni di febbraio, Fonte immagine: PIXABAY
1 di 4
  • PREVISIONI METEO ITALIA, temperature in forte rialzo da Nord a Sud: poi un cambio repentino delle condizioni atmosferiche

    METEO – Buongiorno e bentrovati a tutti i lettori del Centro Meteo Italiano. Una vera e propria ”bolla calda” o canicola invernale, quella che ci aspetta a partire dal fine settimana fino almeno alla giornata di mercoledì. L’ennesima rimonta dell’anticiclone infatti determinerà un nuovo ed importante aumento delle temperature, fin verso i +14°C ad 850 hPa (circa 1500 metri) che andranno a sancire l’ennesima grande anomalia dell’inverno italiano 2019-2020. Le previsioni per i prossimi giorni indicano quindi tanto sole e colonnina di mercurio in forte rialzo, anche di 10-15°C in quota rispetto ai valori registrasti nei giorni scorsi. Tuttavia, questo potrebbe essere l’anticipo di un vero e proprio stravolgimento a livello sinottico non solo sulla nostra Penisola ma anche e soprattutto sul continente europeo e nel nord emisfero, vediamo perchè.

    Si spalanca la porta nord atlantica sull’Italia, maltempo e neve pronti ad arrivare sull’Europa

    Un improvviso e costante abbassamento della corrente a getto polare, almeno secondo le ultimissime indicazioni fornite dai principali centri di calcolo, andrebbe dunque a sancire il ritorno del maltempo e della neve su buona parte della nostra Penisola. Le temperature potrebbero abbassarsi repentinamente in quota portando i fiocchi a cadere fin verso le quote di bassa collina al Centro-Nord intorno al 27-29 febbraio, mentre un altro fronte freddo nord atlantico potrebbe determinare uno scenario simile all’inizio del mese di marzo.

    Le previsioni per il fine settimana: ecco le zone più calde

    Le condizioni meteo sull’Italia in questo week end, come detto, saranno caratterizzate da tempo sostanzialmente stabile e asciutto da Nord a Sud. Le temperature riprenderanno a salire vertiginosamente, con valori ampiamente al di sopra della media del periodo. Non è escluso che si possano misurare +20°C al suolo in prossimità delle regioni di Piemonte, Sardegna, Sicilia e Puglia centro-settentrionale.

  • Tendenza Marzo 2020, Vortice Polare ancora compatto nella prima parte del mese: poi la svolta?

    Le ultime indicazioni sul mese di Marzo 2020 sembrerebbero volte ad una prima parte caratterizzata ancora una volta dal vortice polare compatto, mentre nel periodo tra il 20 ed il 30 marzo non è escluso che un affondo invernale possa interessare buona parte del continente europeo. Si tratta ovviamente di una tendenza che necessita di conferme con il passare del tempo. Non sarebbe la prima volta, a dire il vero, che un colpo di coda dell’Inverno possa interessare con tempistiche così avanzate il nostro Paese.

  • Le previsioni stagionali sia del modello americano Cfs che del centro europeo di Ecmwf, suggeriscono comunque che le temperature al suolo (specie sul centro-est Europa) saranno caratterizzate ancora una volta da forti anomalie positive per gran parte del mese di marzo 2020.

  • Per tutti i dettagli vi invitiamo come sempre a consultare sia il nostro sito che la nostra pagina Youtube.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: