Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 13 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – IRRUZIONE POLARE, entra in scena l’INVERNO: NEVE a BASSISSIMA QUOTA in arrivo, ecco dove

METEO ITALIA - Irruzione polare in arrivo, con NEVE a bassissima quota. Primo squillo INVERNALE sul nostro Paese

Neve, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 4
  • Forte maltempo quest’oggi al sud Italia

    La giornata odierna è stata caratterizzato dal forte maltempo su molte regioni meridionali del Paese, con fenomeni violenti accompagnate da raffiche di vento tempestose e localmente di oltre 150km/h nel Salento. Queste condizioni di spiccata instabilità non sono ovviamente passate inosservate su queste regioni, ma anzi hanno apportato numerosi danni e anche forti disagi alla viabilità a causa dei pesanti allagamenti. Nelle prossime ore, se non per qualche rovescio di prevalente moderata intensità soprattutto sul Salento, le condizioni meteo tenderanno gradualmente al miglioramento.

    Ondata di maltempo “ordinaria” al centro-nord

    Le regioni centro-settentrionali del Paese non sono state escluse da quest’ondata di maltempo che ha flagellato soprattutto il sud Italia grazie alla formazione di un ciclone mediterraneo nel tratto di mare compreso tra la Sardegna e la Sicilia. Infatti, piogge localmente anche accompagnate da attività elettrica hanno interessato diffusamente il centro-nord, con accumuli di pioggia non eccezionali e tipici di una normale perturbazione autunnale. L’unica notizia di risalto viene dalla città di Venezia, dove a causa dall’alta marea si sono registrati allagamenti alla Basilica di San Marco, con 70 centimetri di acqua che hanno inevitabilmente apportato qualche danno ai mattoncini e alle colonne dell’edificio.

    Prossimi giorni ancora all’insegna del maltempo con un’irruzione polare

    Tutte le nevicate previste dal pomeriggio di giovedì 14 novembre.

    I prossimi giorni potranno essere caratterizzati da una nuova ondata di forte maltempo grazie ad un’irruzione di aria polare che coinvolgerà ancora una volta soprattutto le regioni tirreniche italiane, con un minimo di bassa pressione che dal Mediterraneo occidentale si dirigerà presto verso oriente posizionandosi nel mar Tirreno. Nel suo tragitto causerà del forte maltempo sul lato meridionale della Sardegna, dove nella giornata di domani mercoledì 13 ottobre sono previste forti precipitazioni. In un momento successivo la perturbazione causerà anche nevicate a bassissima quota, come approfondiremo nel prossimo paragrafo.

  • Neve fin sui 200/300 metri nel cuneese

    L’iniezioni di aria più fredda di origine polare causerà un crollo verticale della quota neve sui settori nordoccidentali e soprattutto nell’area del cuneese, dove sono previsti fenomeni nevosi fino a quote di bassissima collina, intorno ai 200/300 metri nella giornata di giovedì 14 novembre. Contestualmente le nevicate interesseranno anche il settore delle Alpi occidentali intorno ai 400/500 metri, mentre la quota neve sarà leggermente più alta sulle Dolomiti, attestandosi intorno ai 900/1000 metri e localmente anche più in basso. I fenomeni potranno risultare a tratti intensi, soprattutto sui settori occidentali.

  • Forte maltempo con possibili nubifragi sul ponente ligure?

    Allo stesso tempo, grazie proprio alla formazione di un minimo depressionario sulla costa azzurra responsabile delle nevicate sui settori prima menzionati, la Liguria potrebbe essere interessata da un’ondata di forte maltempo, con possibili nubifragi soprattutto nelle aree occidentali della regione. I fenomeni oltre che violenti, potrebbero essere accompagnati da attività elettrica e da forti raffiche di vento. Torneremo maggiormente nel dettaglio nella giornata di domani.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: