Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 4 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – SBALZI TERMICI repentini e continui sullo stivale a FEBBRAIO, cosa ci aspetterà prossimamente?

METEO ITALIA - Vera e propria ALTALENA TERMICA ha contraddistinto il clima dello stivale in questi primi 20 giorni di febbraio e continuerà a farlo nei prossimi giorni, i dettagli

Sbalzi termici sono la caratteristica di questo febbraio, sembra continuare sulla falsa riga
1 di 2
  • Altalena termica in Italia in questi primi 20 giorni di febbraio

    In questi primi quasi 20 giorni di febbraio si è assistito ad una vera e propria altalena termica sulla nostra Penisola, con sbalzi di temperature talvolta anche particolarmente sensibili, soprattutto nella prima decade del mese. Ciò è dovuto ad una massiccia e radicata presenza dell’Anticiclone sul Mediterraneo centro-occidentale. In questo contesto la corrente a getto non ha comunque disdegnato di causare dei veloci affondi freddi sul Bel Paese, che hanno portato a veloci ondate di maltempo con calo delle temperature.

    Più alti che bassi

    Questa oscillazione termica sulla nostra Penisola presenta però decisamente più alti che bassi. Nel senso che le temperature quando vanno su, lo fanno di diversi gradi oltre i valori tipici di febbraio, in modo che quando il calo si verifica, esso lo fa rientrando semplicemente nella media di riferimento. Pertanto, anche febbraio, così come gennaio, sembrerebbe finire con un’anomalia termica positiva sull’Italia, a patto che non si abbatta una vera e propria ondata di gelo nella parte finale del mese, ipotesi per ora non presa in considerazione dai principali centri di calcolo.

    Domani nuovo veloce calo termico, poi successivo rialzo

    Vera e propria altalena termica si ripercuote sulla nostra Penisola da inizio febbraio.

    Nella giornata di domani mercoledì 19 febbraio il fronte freddo di una perturbazione in discesa sulla nostra Penisola, attraverserà tutta l’Italia apportando un calo delle temperature di qualche grado. Mentre sul versante tirrenico il calo sarà più “percettivo” a causa della ventilazione di tramontana (le temperature effettive non subiranno drastici cambiamenti), sul versante adriatico potrebbe invece ripercuotersi proprio sulle temperature effettive. I valori comunque rientreranno a malapena nella norma del periodo e successivamente, già a partire da venerdì 21 febbraio, è previsto un nuovo sensibile innalzamento delle temperature.

  • Continua questo trend volto agli sbalzi di temperatura

    Continua dunque questo trend cominciato fin dagli inizi del mese di febbraio e ora, anche se in maniera meno spiccata, ne segue l’ombra. Tutto ciò è possibile perché vengono portati deboli disturbi al vortice polare da un Anticiclone comunque fossilizzato sul Mediterraneo centro-occidentale. Questo fa si che gli affondi freddi possano comunque scorrere lungo il bordo orientale dell’Anticiclone, ma che lo facciano in maniera piuttosto rapida, poiché l’Alta pressione grazie anche alla sua posizione piuttosto invadente, con il minimo sforzo riesce a riprendersi il controllo della nostra Penisola.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: