Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 16 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ONDATA di CALDO al via, ecco le città più calde di domani

METEO ITALIA - Nuovamente sotto gli effetti di una ondata di caldo, ecco le città più calde di domani

Ondata di caldo azzorriana prossimi giorni.
1 di 4
  • Anticiclone afro-azzorriano sull’Italia

    Un vasto promontorio anticiclonico di matrice afro-azzorriana, si estende dal nord-Africa lungo tutto il Mediterraneo centro-orientale raggiungendo quest’oggi la Russia europea. Per l’Italia ne deriva un generale miglioramento delle condizioni meteorologiche dopo che le correnti atlantiche che la avevano interessata gli scorsi giorni, avevano causato un’ondata di maltempo per molte regioni del centro-nord. Gli effetti al suolo di questa ondata di calore sono già riscontrabili attraverso un aumento generale delle temperature, che tornano nuovamente sopra la media del periodo

    Apice del caldo martedì 20 agosto

    Per la maggior parte del territorio nazionale, l’apice di quest’ondata di calore che coinvolge l’Italia già da un paio di giorni, è previsto per la giornata di martedì 20 agosto, quando le pianure interne delle regioni centrali tirreniche potranno tornare a raggiungere picchi termici di +36/+37°C. Valori di temperatura simili potranno tornare ad essere registrati anche in Umbria e zone interne di Campania e foggiano. La notte si respirerà un po’ di più grazie non solo alla componente oceanica dell’Alta pressione, ma anche a un sempre minor irraggiamento solare.

    Ecco le città più calde di domani

    Valori termici estivi nei capoluoghi italiani

    Le temperature sono dunque destinate lentamente, ma progressivamente a salire nel corso dei prossimi giorni su quasi tutto il territorio italiano. Domani in particolare saliranno ancora e, secondo il modello DWD, la città più calda dovrebbe essere senz’altro Foggia con primi picchi di +36°C, subito a seguire Perugia, Terni, Bologna, Ferrara, Matera e Nuoro con +34°C. Milano, Roma e Firenze si fermeranno a +32/+33°C. Valori dunque estivi, ma senza particolari eccessi di caldo.

  • Occhio ai temporali sulle Alpi a partire da domani

    A partire dalla giornata di domani lunedì 19 agosto, le correnti atlantiche che stanno scorrendo in queste ore sull’Europa centrale sono viste abbassarsi leggermente di latitudine. Il che causerà la formazione di temporali convettivi anche di forte intensità sulle zone alpine, in possibile sconfinamento lungo le pianure circostanti interessando nei prossimi giorni probabilmente anche le città di Torino e Milano. Nonostante il crollo delle temperature previsto al passaggio dei fenomeni, le temperature risulteranno comunque estive, soprattutto in pianura, dato che le città riusciranno a raggiungere una massima comunque intorno ai +30/+32°C prima dell’arrivo delle precipitazioni.

  • Dal week-end peggiora anche in Appennino

    Sebbene siano previsti dei temporali convettivi sulle Alpi, in Appennino domani e nei prossimi giorni è previsto bel tempo, con al massimo qualche annuvolamento passeggero. A partire da venerdì 23 però, per un abbassamento dei geopotenziali dovuto a delle infiltrazioni di aria più fresca provenienti dall’Atlantico, i temporali di stampo convettivo sono attesi anche sugli Appennini e anche in questo caso sarà possibile il loro sconfinamento verso le zone meno interne delle regioni centro-meridionali.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.