Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 3 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – PIOGGE e TEMPORALI in formazione in ITALIA, ecco dove colpiranno nelle PROSSIME ORE

METEO - Circolazione INSTABILE dai quadranti orientali getta le basi per l'innesco di TEMPORALI anche intensi, ecco dove colpiranno nelle PROSSIME ORE

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Tempo in prevalenza stabile in Italia

    A partire dalla giornata di domenica 31 maggio, ma in maniera più evidente, dal punto di vista meramente meteorologico, dalla giornata di ieri, l’Alta pressione di origine azzorriana ha subito una nuova espansione verso la nostra Penisola, prendendone parzialmente il controllo. Nonostante lo scorrimento di flussi più freschi e instabili lungo il bordo orientale dell’Anticiclone, che stanno portando maltempo principalmente sulla Penisola balcanica, in Italia le condizioni meteo appaiono in prevalenza stabili, seppur non manca qualche nota  instabile soprattutto pomeridiano lungo i rilievi montuosi, come vedremo.

    Tempo instabile lungo i rilievi montuosi centro-settentrionali

    Tali correnti instabili e più fresche che non coinvolgono direttamente l’Italia, portano comunque i loro effetti nel corso dei pomeriggi e delle prime serate sia di ieri che di oggi soprattutto sui rilievi montuosi delle regioni centro-settentrionali, oltre che in alcune zone della Sardegna nella fattispecie di oggi. Piogge e temporali anche intensi si stanno quindi sviluppano lungo il confine tra Veneto e Trentino, tra Lombardia e Trentino e su alcune zone delle Prealpi piemontesi, oltre che localmente anche lungo l’Appennino Tosco-Emiliano. I fenomeni si manifestano talvolta in forma intensa, ma non apportano al suolo un accumulo cospicuo a causa della loro rapidità.

    Particolarmente notevoli i valori termici

    Sono inoltre particolarmente notevoli i valori termici che si stanno raggiungendo sulla nostra Penisola malgrado il bel tempo prevalente, soprattutto lungo le aree costiere e immediato entroterra, ma anche pianure interne. Nelle ultime estati e già dal mese di giugno siamo abituati a commentare temperature generalmente superiori ai +30°C, ciò che non sta succedendo quest’anno. Questo a causa proprio dello scorrimento di correnti più fresche sulla Penisola balcanica che oltre a favorire lo sviluppo di qualche temporale, porta i suoi effetti (altrettanto notevoli) sul piano delle temperature, contenendole nella media del periodo se non lievemente al di sotto.

  • Temporali sull’arco alpino nelle prossime ore

    Nel corso delle prossime ore le piogge e i temporali inizieranno ad interessare anche il resto del settore alpino non menzionato nei precedenti paragrafi poiché attualmente non coinvolti. I fenomeni localmente intensi saranno dunque accompagnati anche da una probabile attività elettrica, con temperature che nel momento delle precipitazioni subiranno un calo anche piuttosto sensibile di diversi gradi. Le strutture temporalesche rimarranno comunque confinate nelle aree di montagna, con possibilità di sconfinamenti pressoché nulle.

  • Interessamento anche dell’Appennino Lazio-Abruzzese

    Oltre al già citato Appennino Tosco-Emiliano, nelle prossime ore i temporali potrebbero formarsi anche lungo l’Appennino Lazio-Abruzzese. Anche in questo caso, i fenomeni potranno risultare localmente intensi anche se gli accumuli si aggireranno su valori deboli grazie alla rapidità delle precipitazioni stesse. Entro la tarda serata atteso un generale miglioramento su tutto lo stivale, con possibili e residui piovaschi locali.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: