Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 18 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Qualche PIOGGIA in arrivo in ITALIA, ancora attenzione al livello dei fiumi, la Protezione Civile dirama l’ALLERTA, i dettagli

METEO - Nuova giornata di MALTEMPO, ma la Protezione Civile dirama ALLERTA per il livello idrico del Po, i dettagli

Maltempo, immagine di repertorio fonte Pixabay
1 di 4
  • Oggi maltempo al centro-sud tirrenico

    Per quanto riguarda la giornata di oggi essa al momento è risultata prevalentemente stabile sul territorio nazionale, ciò non toglie che nelle prossime ore della serata le condizioni meteo tenderanno a peggiorare almeno sulle regioni tirreniche centro-meridionali, dove saranno probabili piogge di debole o moderata intensità. Gli accumuli finali che ne risulteranno saranno comunque piuttosto deboli e le precipitazioni verranno generate da un flusso umido attivo sul medio-basso Tirreno.

    Resta asciutto al nord

    Prosegue invece oggi la fase stabile iniziata già da qualche giorno sulle regioni settentrionali dove, malgrado la nuvolosità a tratti anche massiccia e promettente di pioggia, il tempo è stato e rimarrà comunque asciutto su tutte le aree settentrionali, che restano dunque al riparo dai flussi umidi prima menzionati. Anzi, le condizioni meteo tenderanno nelle prossime ore a migliorare con qualche schiarita, ad eccezione delle regioni nordoccidentali.

    Qualche piovasco sulle regioni tirreniche, deboli nevicate sui 1700/1800 metri sulle Alpi nordoccidentali

    Maltempo in arrivo in Italia per domani.

    Nella giornata di domani sabato 7 dicembre questi flussi umidi all’interno del Mediterraneo faranno ancora sentire i loro effetti lungo tutto il settore tirrenico italiano, con piogge di debole o moderata intensità per la verità poco organizzate e che coinvolgeranno il versante soprattutto nella prima parte di giornata, prima di un graduale miglioramento in un contesto di cieli sempre particolarmente nuvolosi. Qualche nevicata sarà possibile anche sulle Alpi nordoccidentali a partire da quota 1700/1800 metri, con accumuli tuttavia deboli. Ma l’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile, come vedremo, sarà per rischio idraulico, a causa della piena non ancora del tutto smaltita del Po.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico delle prossime ore, vi riportiamo ora il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: isolate, anche a carattere di rovescio, su Toscana, Umbria, Lazio, Campania occidentale e settori tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati deboli. Visibilità: nebbie diffuse al mattino sulla Pianura Padana. Temperature: nessun fenomeno significativo. Venti: tendenti a localmente forti occidentali sui settori settentrionali della Sardegna. Mari: tendente a molto mosso il Mar Ligure. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta gialla, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino e della situazione idrologica attualmente riscontrabile, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato questa allerta per domani: Per la giornata di domani, Sabato 7 dicembre 2019: ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Veneto: Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige.
    Interessato dunque dall’allerta il solo capoluogo di Rovigo.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: