Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 25 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – RIBALTONE dei MODELLI con il MALTEMPO pronto a TORNARE, ecco quando

METEO - RIBALTONE dei MODELLI: bel tempo e super anticiclone fino a Pasqua, poi torna il MALTEMPO con piogge ed un deciso calo delle temperature

Possibile fase instabile e fredda sull'Italia dopo Pasqua?
1 di 4
  • Meteo anticiclonico sull’Italia nei prossimi giorni

    Meteo – La Domenica delle Palme risulta mediamente stabile sull’Italia, con i cieli attualmente sereni al Centro-Nord, fatta eccezione per il Piemonte, ed Isole Maggiori; l’anticiclone di matrice sub tropicale, infatti, ha ormai raggiunto l’Europa occidentale, abbracciando parte dell’Italia, mentre una residua circolazione ciclonica sul Mediterraneo orientale influenza ancora le dinamiche atmosferiche delle Regioni meridionali italiane. Nel corso della prossima settimana, quella che ci proietterà alle festività pasquali, l’alta pressione abbraccerà tutta la Penisola e le due Isole Maggiori, garantendo condizioni meteo stabili e con temperature primaverili su tutte le Regioni.

    Bel tempo fino a Pasqua, poi possibile cambio di scenario

    Condizioni meteo anticicloniche e primaverili sull’Italia, come anticipato, che si rinnoveranno su tutte le Regioni nel corso dei prossimi giorni; valori barici in aumento ed attesi fino a 1025-1030 hPa, consentiranno al sole di prevalere su eventuali addensamenti a ciclo diurno, con tempo generalmente asciutto. Qualche insidia potrà giungere sulla Val Padana occidentale, interessata nei prossimi giorni da possibili addensamenti medio-bassi, ma senza fenomeni associati. L’anticiclone rimarrà ben saldo sul Mediterraneo centrale fino alla giornata di Sabato 11 Aprile, poi potrebbero esserci delle novità proprio in concomitanza con le festività pasquali.

    Novità modellistiche per Pasqua e Pasquetta, anticiclone in indebolimento

    Meteo – Le emissioni modellistiche odierne mostrano scenari decisamente più instabili, rispetto a quanto mostrato nei giorni scorsi, per le festività pasquali; il campo anticiclonico potrebbe cedere sull’Italia proprio a partire dalla giornata di Pasqua, quando infiltrazioni umide in quota ed un calo dei geopotenziali potrebbero portare qualche nube e locali piogge specie al Nord e settori interni del Centro. L’instabilità potrebbe accentuarsi durante la giornata di Pasquetta, quando una perturbazione oceanica potrebbe riuscire a farsi strada lungo il bordo orientale dell’anticiclone, transitando sull’Italia con molte nubi e qualche pioggia.

  • Ribaltone dei modelli, tempo in peggioramento a ridosso della Pasqua

    Se tale proiezione verrà confermata anche nei prossimi giorni, le condizioni meteo subiranno un graduale peggioramento sull’Italia ad iniziare dalle Regioni settentrionali durante le seconda parte della giornata di Pasqua, con l’instabilità che si estenderà anche al Centro durante la Pasquetta. Solo l’estremo Sud e la Sicilia, al momento, potrebbero godere di tempo decisamente più stabile con sole prevalente e tempo asciutto.

  • Fase dinamica nella seconda parte di Aprile

    Il graduale cedimento dell’anticiclone durante le festività pasquali, potrebbe essere un campanello d’allarme per una seconda parte di Aprile improntata verso una maggior dinamicità. Al momento, infatti, le proiezioni indicano una seconda e terza decade di Aprile caratterizzata dall’alternanza di fasi stabili e primaverili, ad altre più fresche e con locali fasi di maltempo. Saranno possibili aree altopressorie in isolamento sul Centro Europa, lasciando l’Italia nella terra di mezzo tra le correnti oceaniche e quelle più fredde in discesa verso i Balcani e l’Est Europa.

  • Aprile dinamico sull’Italia: anticiclone e clima primaverile per la Settimana Santa, poi possibile ritorno delle piogge dopo Pasqua! Rimani aggiornato iscrivendoti al nostro canale Youtube e consultando il nostro sito meteo.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: