Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 16 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO TERZA DECADE – ANTICICLONE e MALTEMPO si combattono l’Italia, possibile KO dell’estate, i dettagli

METEO TERZA DECADE - Modelli matematici divisi tra l'arrivo dell'Autunno e il ritorno dell'Anticiclone, i dettagli

Ultimi aggiornamenti per i prossimi giorni e settimane, si va verso una lunga e lenta fase di declino estivo
1 di 4
  • Anticiclone afro-azzorriano sul Mediterraneo

    L’Anticiclone di matrice questa volta afro-azzorriana è tornato a fare la voce grossa nel Mediterraneo, estendendosi dalle regioni africane nord-occidentali per tutto il Mediterraneo centro-orientale e fino alla Russia europea, dove nei prossimi giorni sono previsti picchi termici fino a +18°C alla quota di 850hPa (circa 1500 metri), valore decisamente sopra la media del periodo per quelle zone. Valori termici simili si avranno quest’oggi sull’Italia con effetti al suolo di caldo tutto sommato accettabile e gradevole, con cieli in prevalenza soleggiati o poco nuvolosi. Temperature che come vedremo, saranno destinate ad aumentare leggermente nei prossimi giorni.

    Martedì 20 agosto apice del caldo

    Come appena scritto, le temperature sono destinate ad aumentare, anche se leggermente, nel corso dei prossimi giorni sullo stivale italiano, fino a raggiungere l’apice di quest’ondata di calore nella giornata di martedì 20 agosto, quando sono previsti picchi termici fino a +20°C sul centro-sud peninsulare alla quota di 850hPa. Gli effetti al suolo variano a seconda dell’orografia del territorio, ma le zone più calde saranno sicuramente le pianure interne delle regioni centrali tirreniche che, insieme all’Umbria e alle aree interne di Campania e foggiano, potranno raggiungere temperature massime anche di +36/+37°C. La notte previsto fresco gradevole, grazie alla componente oceanica dell’Alta pressione afro-azzorriana e anche grazie a un sempre minor irraggiamento solare.

    Primo cambio di circolazione atteso per venerdì 23

    Secondo le ultime uscite dei modelli, il prossimo fine settimana potrebbe vedere un peggioramento meteo sull’Italia.

    Un primo cambio di circolazione è atteso per la giornata di venerdì 23, quando delle infiltrazioni di aria più fresca e umida provenienti dall’Atlantico provocheranno un abbassamento dei geopotenziali in sede italica, con conseguente maltempo di stampo convettivo che interessa quindi in primis i rilievi montuosi di Alpi e Appennini, con i temporali pomeridiani anche di forte intensità che potranno sconfinare fin sulle aree meno interne delle regioni centro-meridionali, in dubbio il coinvolgimento della Capitale.

  • Arriva l’autunno da lunedì 26 secondo GFS

    Stando all’emissione di prima mattina del modello americano GFS, per la giornata di lunedì 26 è previsto l’arrivo di una profonda saccatura di origine atlantica che affonda proprio nel cuore del Mediterraneo, facendo piombare l’Italia in autunno, con temperature in picchiata e condizioni di spiccato maltempo, con forti temporali e intense grandinate. Tuttavia, come vedremo, questa è la visione di un solo modello, peraltro al momento abbastanza isolato. Dunque una previsione del genere avrebbe bisogno di ulteriori conferme nel corso dei prossimi giorni.

  • Torna l’Anticiclone dopo il cambio di circolazione del 23 per ECMWF

    Dopo il cambio di circolazione che avverrà con tutta probabilità nella giornata di venerdì 23 e per circa tutto il week-end, secondo il modello inglese ECMWF, torna in carica l’Anticiclone afro-azzorriano, questa volta con maggior componente azzorriana, che richiuderà l’Italia nella cupola anticiclonica provocando bel tempo praticamente ovunque e temperature nella media estiva o poco al di sopra. Al momento quindi la visione dei due principali centri di calcolo differiscono in maniera opposta tra l’estate e l’autunno ed è momentaneamente impossibile stabilire una tendenza certa, almeno per quanto riguarda dal prossimo week-end in poi.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.