Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violenti TEMPORALI anche a carattere di NUBIFRAGIO in arrivo, la Protezione Civile dirama ALLERTA METEO, ecco le città interessate

METEO ITALIA - Domani forti TEMPORALI e possibili NUBIFRAGI in arrivo nel nostro Paese, i dettagli

METEO - Violenti TEMPORALI anche a carattere di NUBIFRAGIO in arrivo, la Protezione Civile dirama ALLERTA METEO, ecco le città interessate
1 di 4
  • Oggi maltempo sulla dorsale appenninica centro-settentrionale

    Nella giornata odierna fanno di nuovo la loro comparsa sullo scenario atlantico i temporali pomeridiani convettivi, che colpiranno (e stanno già colpendo) la dorsale appenninica centro-settentrionale nel corso del corrente pomeriggio. Non è escluso che qualche temporale possa sconfinare sulle pianure meno interne delle regioni centrali adriatiche. Inoltre, lo scorrimento di aria umida apportata dalle correnti atlantiche non mancherà di generare qualche rovescio tra Lombardia e Trentino.

    Decisamente più asciutto al sud

    Per quanto riguarda invece le regioni meridionali troviamo condizioni di tempo decisamente più asciutto, nonostante qualche temporale locale nel cosentino e qualche rovescio isolato e occasionale nelle zone interne della Puglia si sia susseguito nel corso della mattinata odierna. Nel resto del sud infatti, nonostante qualche annuvolamento di troppo, si segnala la mancanza di precipitazioni. Cieli in prevalenza soleggiati o poco nuvolosi in Sicilia.

    Forte maltempo domani al nord

    Mappa relativa al bollettino meteo emanato dalla Protezione Civile e valido per domani 8 settembre. Fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/home.

    Nella giornata di domani domenica 8 settembre, una saccatura di origine nord-atlantica affonderà nel nostro Paese apportando condizioni di severo maltempo sulle regioni settentrionali, con forti temporali anche a carattere di nubifragio soprattutto in Lombardia. Il calo termico sarà marcato in special modo nelle aree interessate dalle intense precipitazioni, ma anche sul resto del Paese. Ai fenomeni temporaleschi, possibilmente anche grandinigeni, saranno accompagnati venti di forte intensità. Inoltre a tutto ciò, forti nevicate si verificheranno lungo l’arco alpino dolomitico e quello lombardo nord-orientale, dalla quota di 1800/1900 metri.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico delle prossime ore, vi riportiamo il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per la giornata di domani: Precipitazioni: da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria centro-orientale, Alta Toscana, Emilia-Romagna centro-occidentale, Lombardia e Triveneto, con quantitativi cumulati moderati, fino ad elevati su Liguria, Emilia settentrionale, Lombardia orientale, settori alpini del Veneto e sul Friuli Venezia Giulia. da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del Nord e della Toscana centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a localmente moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto della Toscana e su Umbria, Marche occidentali e settentrionali, Lazio, zone occidentali di Abruzzo, Molise e Campania, Puglia meridionale e settori tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Nevicate: al di sopra dei 1800 m sui settori alpini orientali della Lombardia e su quelli del Trentino e Alto Adige, con apporti al suolo fino a moderati. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: in sensibile diminuzione le massime al Nord, specie sui settori centro-orientali. Venti: forti occidentali sulla Sardegna settentrionale; forti sud-occidentali sui settori costieri di Toscana e Lazio e sulle aree appenniniche centro-settentrionali; tendenti a localmente forti meridionali sulle coste adriatiche centro-settentrionali. Mari: da molto mosso ad agitato il Mar Ligure; molto mossi il Mare di Sardegna e il Tirreno centro-settentrionale. Fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/home

  • Allerta arancione, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto nel bollettino che vi abbiamo riportato nel precedente paragrafo, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per la giornata di domani: Per la giornata di domani, Domenica 8 settembre 2019: MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONE: Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Lombardia: Pianura centrale, Alta pianura orientale. Toscana: Serchio-Garfagnana-Lima, Arno-Costa, Valdarno Inf., Versilia, Serchio-Costa, Bisenzio e Ombrone Pt, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Mugello-Val di Sieve. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Bacini emiliani centrali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali. Friuli Venezia Giulia: Bacino del Livenza e del Lemene, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino di Levante / Carso, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia. Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro. Lombardia: Pianura centrale, Nodo idraulico di Milano, Laghi e Prealpi orientali, Alta pianura orientale, Bassa pianura occidentale, Laghi e Prealpi Varesine, Orobie bergamasche, Bassa pianura orientale. Piemonte: Pianura settentrionale, Valle Tanaro, Belbo e Bormida, Scrivia. Toscana: Serchio-Garfagnana-Lima, Arno-Costa, Valdarno Inf., Versilia, Serchio-Costa, Bisenzio e Ombrone Pt, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Mugello-Val di Sieve. Veneto: Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Adige-Garda e monti Lessini, Piave pedemontano, Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Friuli Venezia Giulia: Bacino del Livenza e del Lemene, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino di Levante / Carso, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia. Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro. Lombardia: Laghi e Prealpi orientali, Alta Valtellina, Orobie bergamasche, Valcamonica. Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige.
    Per la Provincia Autonoma di Bolzano il bollettino riguarda solo la valutazione del rischio idrogeologico e idraulico, non essendo ancora il rischio temporali oggetto di valutazione secondo le Indicazioni Operative del Capo Dipartimento della Protezione Civile del 10 febbraio 2016; Regione Basilicata: come disposto con nota prot. N. 56425/24AF del 01/04/2019, per l’area della frana di Pomarico, di cui all’O.C.D.P.C. n. 578 del 21/02/2019, i livelli di allerta previsionali vanno incrementati di un ordine, pertanto, data come allerta minima GIALLA, in caso di situazione previsionale per BASI B ed E2 gialla, per l’area frana di Pomarico il livello di allerta corrispondente sarà ARANCIONE; per situazione previsionale per BASI B ed E2 arancione, il livello di allerta corrispondente sarà ROSSO; Regione Liguria: la criticità gialla per le zone di allerta B, C ed E è da intendersi dalle ore 22.00 di oggi fino alle ore 14.00 di domani mentre per la zona di allerta D è da intendersi dalle ore 22.00 di oggi fino alle ore 09.00 di domani; Regione Toscana: la criticità gialla per rischio idraulico e per temporali sulle zone di allerta A6, L, S1, S2, S3 e V è da intendersi a partire dalle ore 06.00 di domani mentre per le zone A4, B, M, R1 ed R2 è da indentersi a partire dalle ore 10.00 di domani; Regione Veneto: la criticità idraulica Arancione nella zona di Allerta Vene-E è riferita ai livelli idrometrici presso la sezione di Valli Mocenighe (PD) legati alle operazione di scarico in atto da parte dei consorzi.
    Interessati quindi dall’allerta i seguenti capoluoghi: Novara, Asti, Alessandria, Vercelli, Savona, Genova, La Spezia, Milano, Pavia, Monza, Varese, Mantova, Cremona, Bergamo, Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Prato, Pistoia, tutti i capoluoghi del Veneto e del Friuli.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: