Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 2 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

PREVISIONI METEO – ATTENZIONE, rischio concreto di GELICIDIO in ITALIA, ecco dove e quando

METEO - FREDDO POLARE in ITALIA, rischio concreto di GELICIDIO prima di nuove nevicate per domani, i dettagli

Rischio di gelicidio domani in Italia, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 4
  • Bentornato inverno!

    Nella giornata odierna si è assistito ufficialmente al ritorno dell’inverno, questa volta non solo calendario alla mano, ma anche nei fatti: da quando è iniziato l’inverno meteorologico infatti (ovvero dal 1° dicembre, differentemente da quello astronomico che quest’anno inizierà il 22 dicembre alle ore 4.19 UTC, nonché 5.19 italiane) oggi è la prima volta che la neve fa la propria comparsa a quote pianeggianti. Nel corso della mattinata infatti, i fiocchi hanno raggiunto Bologna e gran parte dei capoluoghi emiliano romagnoli e del basso Veneto.

    L’Italia rimane nella morsa del freddo polare anche per domani, attenzione al gelicidio a Bologna e in alcune aree emiliane

    Il nostro Paese rimarrà nella morsa del freddo ancora almeno fino alla giornata di domani venerdì 13 dicembre. In particolare la neve potrebbe tornare a fare la propria comparsa a quote pianeggianti questa volta in molte aree piemontesi e lombarde, Torino e Milano comprese. Le due grandi metropoli del nord Italia dunque nel corso della mattinata potrebbero assistere a nevicate comunque prevalentemente di debole intensità, con accumuli pressoché nulli. Possibile fenomeni di gelicidio a Bologna e alcune aree emiliane, ma vediamo prima di cosa si tratta.

    Cos’è il gelicidio?

    Cos’è e come si verifica il gelicidio, immagine fonte ANSA.

    Il gelicidio è forse il fenomeno atmosferico più temuto da automobilisti e conducenti di veicoli e motoveicoli in generale: è infatti quello più beffardo e quello più pericoloso per la viabilità. Esso si riscontra quando piove con temperature intorno o inferiori allo 0. Come è possibile, qualcuno si chiede, dal momento che tecnicamente a quelle temperature dovrebbe nevicate. Esso accade infatti quando alle quote medie dell’atmosfera si verifica un richiamo di correnti più miti, mentre in pianura grazie magari all’orografia del territorio, si conserva meglio il freddo. La neve, diventando dunque pioggia a quote medie, non può ritrasformarsi in neve a ridosso della pianura, ghiacciandosi dunque incontrando temperature negative.

  • Rischio gelicidio a Bologna e alcune aree della bassa Emilia

    E’ proprio quello che succederà nella giornata di domani venerdì 13 dicembre a Bologna e in alcune aree della bassa Emilia. Un richiamo di correnti più miti a quote medie manda alle stelle la quota neve e in concomitanza di ciò, potrebbero arrivare deboli precipitazioni sotto forma di pioggia che gelerà al suolo grazie a temperature intorno allo 0. Naturalmente il fenomeno non sarà particolarmente accentuato, in quanto le piogge saranno comunque di debole intensità e le temperature non di molto sotto lo 0.

  • Il freddo affluirà di nuovo in Emilia Romagna nel pomeriggio, con deboli nevicate

    Questa situazione particolarmente scomoda potrebbe risolversi già nel corso del pomeriggio della giornata di domani venerdì 13 dicembre: grazie ad un nuovo impulso di matrice polare il freddo tornerà in ingresso sull’Emilia Romagna, portando con sé nuove deboli precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso nuovamente fino a quote di pianura. L’accumulo che ne deriverà sarà comunque pressoché nullo, con al massimo un leggero velo che si formerà sulle superfici più fredde.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: