Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

PREVISIONI METEO – ITALIA tra SOLE e RESIDUI DISTURBI, poi scoppia la PRIMAVERA

PREVISIONI METEO - ITALIA tra SOLE e RESIDUI DISTURBI all'estremo Sud; mite al Centro-Nord con oltre +20°C

Previsioni Meteo sull'Italia: residui disturbi, poi arriva l'anticiclone
1 di 3
  • Residui disturbi al Sud, ma al Centro-Nord è Primavera!

    Previsioni Meteo – Una vasta area di bassa pressione, di 1006 hPa,  centrata sul Mar Egeo pilota masse d’aria relativamente instabili verso il mar Ionio e parte del Sud Italia; attualmente, infatti, i cieli si presentano a tratti nuvolosi tra Basilicata, Calabria e Puglia con occasionali quanto localizzati acquazzoni. Al Centro-Nord e Sardegna è il sole ad essere il principale protagonista, con i cieli che si presentano sgombri da nubi su gran parte dei settori. Le temperature risultano decisamente calde per il periodo, specialmente sui settori tirrenici dove gli effetti di caduta dei venti dall’Appennino, stanno accentuando l’aumento termico; si registrano attualmente +22°C a Grosseto ( 5°C oltre alle medie decadali), +21°C a Roma , Pisa, Genova e Napoli. Al Sud, medio Adriatico e Sicilia valori più contenuti e localmente non oltre i +15/+16°C, come è il caso di Calabria, Marche e Sicilia orientale.

    Previsioni meteo Lunedì, situazione invariata

    Nella giornata di domani, Lunedì 6 Aprile, le condizioni meteo risulteranno sostanzialmente invariate rispetto ad oggi. La configurazione barica a livello europeo e mediterranea infatti non subirà significative variazioni; nubi medio-alte transiteranno al Sud e Sicilia, dove non si escludono locali piogge tra Calabria e Sicilia, specie durante la prima parte di giornata. Bel tempo e clima primaverile sul resto dell’Italia, dove l’alta pressione prenderà in mano la situazione, garantendo condizioni meteo stabili e temperature decisamente superiori alle medie del periodo.

    Ventilazione sostenuta, ma in attenuazione

    Previsioni meteo – il gradiente barico venutosi a creare tra la bassa pressione in azione sulla Grecia e l’alta pressione in rinforzo dell’Europa centrale, ha attivato nella giornata di ieri tese correnti settentrionali su parte dell’Italia; attualmente le raffiche raggiungono ancora i 50 Km/h sull’alto Lazio, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e sottovento all’Appennino Campano, ma in graduale attenuazione entro la giornata di domani.

  • Anticiclone stabile sull’Italia fino a Pasqua, poi possibili novità

    Condizioni meteo anticicloniche e primaverili sull’Italia, come anticipato,  si rinnoveranno su tutte le Regioni nel corso dei prossimi giorni; valori barici in aumento ed attesi fino a 1025-1030 hPa, consentiranno al sole di prevalere su eventuali addensamenti a ciclo diurno, con tempo generalmente asciutto. Qualche insidia potrà giungere sulla Val Padana occidentale, interessata nei prossimi giorni da possibili addensamenti medio-bassi, ma senza fenomeni associati. L’anticiclone rimarrà ben saldo sul Mediterraneo centrale fino alla giornata di Sabato 11 Aprile, poi potrebbero esserci delle novità proprio in concomitanza con le festività pasquali.

  • Maltempo da Pasquetta, è una possibilità dell’ultima ora

    Previsioni Meteo – Mentre nella giornata di ieri gran parte dei modelli matematici erano concordi per una lunga fase stabile e primaverile sull’Italia, in quella odierna ci sono delle novità! L’ultimo aggiornamento ( 06 Z) del modello americano GFS vedrebbe l’arrivo di una goccia fredda dal Nord Atlantico sull’Europa centrale e Nord Italia, proprio a ridosso della Pasquetta; una ciclogenesi prenderebbe forma sul mar Ligure, determinando un deciso peggioramento delle condizioni meteo per i giorni successivi, specie al Centro-Nord Italia. Tale proiezione andrà sicuramente seguita nei prossimi giorni, anche se all’orizzonte si intravede una seconda parte di Aprile decisamente più dinamica.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: