Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 19 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

TEMPESTA TROPICALE ERICK: a breve URAGANO, lambirà le Isole Hawaii, tutti i dettagli

La tempesta tropicale Erick è vista passare allo stadio di uragano a breve e lambirà le Isole Hawaii

Tempesta tropicale Bertha (2002). Fonte immagine commons.wikimedia.org.
1 di 4
  • Tempesta tropicale Erick nel cuore del Pacifico orientale

    In genere la famosa “stagione degli uragani” è l’autunno, ciò però non esclude che si possano generare delle tempeste tropicali o peggio degli uragani anche nelle altre stagioni dell’anno. Alcune volte è capitato persino in inverno di ritrovarsi con qualche ciclone che girovagava per gli Oceani. E’ il caso di Erick, una tempesta tropicale (che a breve passerà allo stadio di uragano) sita nel Pacifico Orientale.

    Nata come depressione tropicale, ora classificata come tempesta tropicale

    La tempesta tropicale Erick è in realtà nata come una depressione tropicale che, approfondendo il proprio minimo pressorio, ha assunto le caratteristiche fisiche per essere classificato come tempesta tropicale alle 23.15 (ora italiana) del 27 luglio con un minimo di 1006hPa. In questo momento è ancora classificato come tempesta tropicale con centro di bassa pressione di 991hPa.

    Venti fino a 140km/h

    Uragano Florence (2018), immagine di repertorio fonte Flickr.com

    Ora a qualche migliaio di km a sud-est delle Isole Hawaii, in pieno Oceano Pacifico, la tempesta tropicale Erick, presenta venti di 110km/h, con raffiche massime fino a quasi 140km/h. A breve è previsto il passaggio allo stadio di uragano con un ulteriore rinforzo dei venti.

  • Previsto il passaggio a uragano di categoria 3

    Attualmente, sulla base delle ultime proiezioni, la tempesta tropicale Erick, dovrebbe passare allo stadio di uragano di categoria 1 entro le 2.00 italiane di questa notte (tra lunedì e martedì). Successivamente, dovrebbe l’uragano Erick rinforzarsi ulteriormente, raggiungendo prima la categoria 2 entro le 14 di domani martedì 30 e poi addirittura raggiungere lo stadio di uragano di categoria 3 entro le 14 (sempre orario italiano) di mercoledì 31. I venti, in quel frangente, potranno raggiungere e superare i 200km/h. Ma si troverà ancora in aperto Oceano.

  • L’uragano si depotenzierà rapidamente con l’approssimarsi alle Isole Hawaii

    Occhio di un uragano visto da satellite, immagine di repertorio, fonte flickr.com

    Dopo aver raggiunto lo stadio di uragano di categoria 3, stando sempre alle ultime proiezioni, Erick perderà subito potenza, declassificandosi dopo neanche 24h direttamente a uragano di categoria 1 (per le 14 italiane di giovedì 1). A quel punto si troverà ancora abbastanza distante dalle Isole Hawaii. Quando invece è previsto il suo passaggio quasi a lambirle, Erick sarà ulteriormente declassificato nuovamente a tempesta tropicale. Attualmente, non è previsto il passaggio diretto sulle Isole Hawaii, ma la tempesta tropicale potrebbe passarci molto vicino. E’ sempre difficile fare una proiezione della traiettoria di un uragano o di una tempesta tropicale, e l’esatto posizionamento del minimo di bassa pressione è sempre soggetto a errori anche grossolani con le previsioni a media distanza in questi casi.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: