Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 7 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

TIFONE KAMMURI: venti fino a 200 km/h e onda di tempesta fino a 9 metri nelle Filippine

Il tifone Kammuri ha ormai raggiunto le Filippine con venti medi prossimi a 200 km/h e un'onda di tempesta di quasi 9 metri.

E' massima allerta nelle Filippine per l'arrivo del tifone Kammuri, classificato come categoria 3 sulla scala Saffir Simpson.
1 di 4
  • Si è conclusa la stagione degli uragani ma non quella dei tifoni

    Il 30 novembre non è solamente la data convenzionale della fine dell’autunno meteorologico nell’emisfero boreale, ma è anche l’ultimo giorno della stagione degli uragani nell’Atlantico e nel Pacifico nord orientale. In questo due bacini, che altro non sono che quelli americani, il periodo in cui si concentrano queste tempeste, in quanto non è possibile incasellare la natura in date precise, vanno rispettivamente dal 1 giugno e dal 15 maggio, fino appunto al 30 novembre. Il discorso cambia radicamente per quello che riguarda il Pacifico nord occidentale: questa è una delle zone più attive per quello che riguarda la formazione di questo tipo di tempeste, con i tifoni che possono svilupparsi per tutta la durata dell’anno. Occorre sottolineare ancora una volta come tifoni e uragani siano esattamente lo stesso fenomeno: la diversa nomenclatura dipende solamente dall’area geografica in cui queste tempeste si formano.

    Kammuri, Filippine in allerta per l’arrivo del potente tifone

    Nonostante, come detto, i tifoni si possano formare nel Pacifico nord occidentale per tutto l’arco dell’anno solare, è raro che una violenta tempesta possa raggiungere la terraferma in dicembre, proprio come sta avvenendo in queste ore. In particolare, l’allerta è massima sulle Filippine, con il tifone Kammuri, come è stata rinominata la tempesta, che è ormai prossimo al compiere il suo landfall sull’estremità meridionale dell’isola di Luzon, la principale dell’arcipelago. Qui Kammuri è atteso con venti medi fino a 200 km/h, tali da classificarlo come tifone di categoria 3 su un massimo di 5 secondo la scala Saffir-Simpson, ma le sue raffiche sono ancora superiori secondo gli ultimi rilevamenti.

    Manila nella traiettoria del tifone, massima attenzione nella capitale

    Il tifone Kammuri si dirige verso le Filippine e verso la loro capitale, Manila: è massima allerta. Fonte: google.com/maps

    A destare preoccupazione non sono solamente i forti venti che accompagnano questo tifone, le cui raffiche superano anche i 200 km/h. Kammuri porterà con sé anche tanta pioggia, con precipitazioni torrenziali attese nella parte centrale delle Filippine, localmente anche superiori a 300 mm in poche ore: queste potrebbero causare alluvioni lampo diffuse, così come provocare smottamenti sulle zone interne del paese. Massima allerta anche sulle coste, dove è attesa un’onda di tempesta che potrebbe raggiungere anche i 9 metri, sommergendo di fatto le zone prossime al mare. Dopo il landfall, secondo le ultime uscite dei principali modelli, il tifone Kammuri di dirigerà verso l’area metropolitana della capitale delle Filippine, Manila. Qui l’attenzione è massima, perché, nonostante la tempesta arriverà leggermente indebolita rispetto al suo landfall, la città sta ospitando i SEA Games, in cui sono presenti presenti i rappresentanti di tutto il Sud Est asiatico.

  • 2019 una delle stagione con il maggior numero di landfall nel Pacifico

    Come ricordato, la stagione dei tifoni non è ancora terminata nell’Oceano Pacifico nord occidentale, ma possiamo già tirare qualche somma. Secondo gli ultimi dati disponibili, quest’anno, per ora, è la seconda stagione dall’inizio delle rilevazioni per il maggior numero di tempeste che ha raggiunto la terraferma, dietro solamente al 2018. Kammuri è la 28esima tempesta a venire nominata durante il 2019, con la stagione che vanta anche la formazione di diversi super tifoni: in particolare, Wutip, lo scorso febbraio, con venti medi fino a 260 km/h, seguito da Hagibis, con il medisimo picco, a metà ottobre. All’inizio di novembre invece è stata la volta di Halong, anche questo classificato come tifone di categoria 5 sulla scala Saffir Simpson.

  • Stagione sopra media per gli uragani in Atlantico

    Per il quarto anno consecutivo la stagione degli uragani in Atlantico si chiude sopra media, risultando anche una delle più catastrofiche di sempre in termini di impatto sulla terraferma. Dobbiamo infatti ricordare che quest’anno è stato segnato dal potentissimo uragano Dorian, il quale ad inizio settembre ha letteralmente devastato le Bahamas. Questa tempesta ha toccato terra come uragano di categoria 5, con venti medi prossimi ai 300 km/h, uccidendo oltre 70 persone e causando danni per circa 8.3 billioni di dollari americani.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione di questo sistema nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Martina Rampoldi

Fin da quando ero piccola sono sempre stata attratta dalle previsioni del tempo e da tutti gli eventi atmosferici. Nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata in Fisica dopo la maturità scientifica e successivamente ho conseguito il Master in Meteorologia presso l'Universitat de Barcelona. Nel 2014 ho raggiunto Roma entrando a far parte del team del centrometeoitaliano.it come meteorologa. Principalmente mi occupo di previsioni meteo e della stesura dei bollettini, insieme ai comunicati per varie stazioni radio e ai video di divulgazione. Amante del freddo e della neve e di tutto ciò che riguarda la montagna, affascinata da uragani e tornado.

SEGUICI SU: