Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 26 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

Allerta vaiolo delle scimmie in Europa: ci sono decine di casi. Ecco cosa sta succedendo

Vaiolo delle scimmie, aumentano i casi registrati in Europa. La malattia si sta diffondendo anche in altri Paesi, i dettagli

Allerta vaiolo delle scimmie in Europa: ci sono decine di casi. Ecco cosa sta succedendo
Vaiolo delle scimmie, salgono ancora i casi in Italia, il sesto è in Lombardia, scatta anche l'isolamento (Foto Picìxabay)

Allerta vaiolo delle scimmie in Europa: ci sono decine di casi

L’allerta vaiolo delle scimmie sta crescendo in Europa. Decine di casi sospetti o confermati sono stati segnalati in Spagna e Portogallo, solo pochi giorni dopo quelli registrati in Gran Bretagna. Le autorità di Madrid e Lisbona hanno fatto scattare l’allerta sanitaria nazionale. Anche l’Organizzazione mondiale della sanità sta cercando di fare luce sulla situazione, come riporta Fanpage.it. Si tratta di una malattia virale, nota anche come monkeypox, che è endemica in Africa Occidentale ma praticamente assente in Europa, almeno fino ad adesso.

Casi anche in Spagna e Portogallo

Sono stati segnalati casi anche in Portogallo (più di 20 casi sospetti di cui 5 confermati). Casi segnalati nella regione di Lisbona. La Direzione generale per la salute del Portogallo fa sapere che questi casi, per lo più di giovani tutti di sesso maschile, presentano lesioni ulcerose. In Spagna 8 casi sospetti e per la conferma si deve attendere l’esito delle analisi. Le autorità locali hanno assicurato che si tratta di una malattia rara, poco contagiosa tra umani. Non c’è una cura ma, generalmente passa da sola.

I sintomi del vaiolo delle scimmie

I sintomi più comuni di questa malattia sono febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, gonfiore alle ghiandole linfatiche, brividi, stanchezza. Sono possibili anche eruzioni cutanee sul volto e altre parti del corpo, simili a quelle di altre malattie esentamiche. Secondo il dottor Simon Clarke, microbiologo dell’Università di Reading, la malattia non si diffonderà come il Covid, spiegando: “Sarei sorpreso se dovessimo mai arrivare a più di 100 casi nella sola Gran Bretagna“.

CONTINUA A LEGGERE

Il primo caso in Europa

Il primo caso di vaiolo delle scimmie è stato registrato in Europa il 7 maggio scorso. L’Autorità sanitaria inglese (UKHSA) ha reso noto di averlo identificato in un paziente risultato positivo a questo virus e tornato in Inghilterra dalla Nigeria, dove si pensa possa aver contratto l’infezione. Altre sette persone nel Regno Unito sono risultate positive al vaiolo delle scimmie, ma senza legami con i viaggi all’estero.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia