Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 23 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, chiusa la piazza della “movida” di Brescia per ordinanza del Sindaco: ecco tutti i dettagli

Coronavirus, il Sindaco di Brescia firma un'ordinanza di chiusura per la piazza della "movida" bresciana, tutti i dettagli

Epidemia da Coronavirus. Fonte foto: ansa.it
1 di 3
  • Coronavirus, dal 18 nuovo allentamento delle restrizioni

    Sono ormai passati ormai quasi due mesi e mezzo da quel 10 marzo, data in cui il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte sottoscrisse un DPCM secondo cui era stata posta la quarantena obbligatoria per l’Italia intera. Il provvedimento era stato necessario dal momento che il nuovo coronavirus, altrimenti detto covid-19 o ancora Sars-CoV2, si stava espandendo a macchia d’olio in tutto il nostro Paese, con un incremento non indifferente giorno per giorno. Dopo l’inizio della fase 2, in vigore dal 4 maggio, a partire lunedì 18 maggio c’è stato un nuovo allentamento delle restrizioni.

    Riprendono le movide in alcuni luoghi

    Nonostante permanga il divieto di assembramento nei luoghi pubblici e nei luoghi chiusi aperti al pubblico, non mancano di tanto in tanto in alcune piazze d’Italia luoghi affollati, soprattutto nei locali della movida. Nella giornata di ieri quello che ha fatto maggior scalpore è stato l’assembramento che si è ritrovato nella piazza centrale di Brescia (Piazza Arnaldo), località nota come una tra le più colpite dall’epidemia del nuovo coronaviurs. La Polizia Locale, stando a quanto scritto dal sito “giornalettismo.com“, sarebbe intervenuta creando una specie di cordone attorno alla piazza proprio per evitare nuovi ingressi.

    Il Sindaco chiude la piazza per questo weekend

    Il Sindaco di Brescia fin da ieri sera non è apparso molto contento per il comportamento messo in atto da alcuni suoi cittadini, in particolare la parte giovane della cittadinanza che, sebbene è quella fascia d’età in cui il covid-19 ha il minor tasso di mortalità, è pur vero che è proprio di quella fascia d’età, in cui in molti casi si manifesta in forma asintomatica, che il virus si serve per diffondersi anche tra gli anziani, dove invece il tasso di mortalità è decisamente maggiore. E’ stato dunque costretto a firmare un’ordinanza di chiusura della suddetta piazza, anche per lanciare un messaggio chiaro e tondo: se le regole non si seguono, allora si richiude.

  • Coronavirus, 15.840 morti in Lombardia, di cui 407 nella sola città di Brescia, oltre 2.400 nel bresciano

    La Lombardia è la regione più colpita indubbiamente da quest’epidemia di covid-19 e, peraltro, l’unica in cui ad un certo punto, si è realizzato il collasso del sistema sanitario. Solo in Lombardia si registrano 15.840 decessi, di cui 407 nella sola città di Brescia e oltre 2.400 in tutta la sua provincia (città compresa), stando a ciò che riporta il medesimo sito. Per il resto, la Lombardia conta fin qui 86.825 contagiati, tra cui ci sono anche 45.355 guariti.

  • Coronavirus, dati aggiornati in Italia al 23 maggio 2020

    Sulla base dei dati diffusi dalla Protezione Civile nella giornata di oggi, sabato 23 maggio 2020, in Italia i casi di persone attualmente contagiate da Coronavirus risultano essere 57.752 (-1570 rispetto alla giornata di ieri). Le persone decedute dall’inizio dell’epidemia sono 32.735 (+119 rispetto a ieri), mentre i guariti/dimessi 138.840 (+2120). Le persone ricoverate in terapia intensiva, invece, risultano 572 (-23). In generale, il totale dei casi è di 229.327 (+0,3%).

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: