Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 22 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, importanti novità dall’ISS riguardo la curva dei contagi, ecco i dettagli

Coronavirus, secondo Brusaferro (ISS) la curva dei contagi in Italia starebbe calando ovunque e in maniera più netta in Lombardia, i dettagli

Pandemia Coronavirus. Fonte foto: Ansa.it
1 di 3
  • Coronavirus, dal 18 maggio misure ulteriormente allentate in Italia

    Sono ormai passati ormai oltre due mesi da quel 10 marzo, data in cui il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte sottoscrisse un DPCM secondo cui era stata posta la quarantena obbligatoria per l’Italia intera. Il provvedimento era stato necessario dal momento che il nuovo coronavirus, altrimenti detto covid-19 o ancora Sars-CoV2, si stava espandendo a macchia d’olio in tutto il nostro Paese, con un incremento non indifferente giorno per giorno. Dopo l’inizio della fase 2, in vigore dal 4 maggio, a partire lunedì 18 maggio c’è stato un nuovo allentamento delle restrizioni.

    Indice di contagio, cos’è?

    Si è parlato molto a lungo nei passati giorni, nelle passate settimane se non addirittura dei passati mesi di questo fantomatico indice di contagio, preso come riferimento per decidere le riaperture delle attività nel nostro Paese, posto a quarantena dal 10 marzo al 4 maggio a causa dell’emergenza covid-19. L’indice di contagio è solamente una stima dell’indice di contagiosità del virus, indica in termini pratici, quante persone infetta mediamente una persona malata. Un indice di contagio a 1 essenzialmente, intende dire che una persona malata, ne infetta mediamente solo un’altra.

    Secondo l’ISS starebbe calando in tutte le regioni, calo ancora più netto in Lombardia

    Stando a quanto scrive il sito “repubblica.it” Silvio Brusaferro, Presidente dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) sarebbe tornato a parlare della situazione epidemiologica del Paese, evidenziando diversi aspetti positivi che ci interessano, tra cui il calo dell’indice di contagio che è ormai caratteristico di tutte le regioni. Specificherebbe inoltre, che il calo si mostra in forma più netta soprattutto in Lombardia, nonché regione più colpita da questa epidemia. Egli inoltre sostiene che i dati della prossima settimana saranno decisivi per capire l’Italia come avrà risposto alle riaperture di questa settimana.

  • Ma non si esclude un nuovo aumento dei contagiati

    Inoltre, il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Brusaferro rimarca come, seppur ci troviamo in un trend dell’epidemia in deciso calo sul nostro Paese, questo non ci deve in alcun modo far pensare che possiamo abbassare la guardia, perché un rialzo dei contagiati potrebbe comunque avvenire. Nonostante ciò, bisogna guardare al futuro con velato ottimismo, in quanto dobbiamo essere coscienti del fatto che se i contagi si rialzano in maniera non esponenziale (e ciò è possibile solo attraverso l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuali), saremmo comunque in grado di non saturare nuovamente la sanità com’era successo invece in Lombardia poche settimane fa.

  • Coronavirus, dati aggiornati in Italia al 22 maggio 2020

    Sulla base dei dati diffusi dalla Protezione Civile nella giornata di oggi, venerdì 22 maggio 2020, in Italia i casi di persone attualmente contagiate da Coronavirus risultano essere 59.322 (-1638 rispetto alla giornata di ieri). Le persone decedute dall’inizio dell’epidemia sono 32.616 (+130 rispetto a ieri), mentre i guariti/dimessi 136.720 (+2160). Le persone ricoverate in terapia intensiva, invece, risultano 595 (-45). In generale, il totale dei casi è di 228.658 (+0,3%).

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: