Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 13 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

In aumento i casi di miocardite negli Usa dopo vaccini Pfizer e Moderna: il CDC indaga

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie stanno indagando sui nuovi casi di miocardite negli Usa

In aumento i casi di miocardite negli Usa dopo vaccini Pfizer e Moderna: il CDC indaga
Miocardite, nuovi casi negli Usa dopo i vaccini
1 di 2
  • Nuovi casi di miocardite negli Usa dopo la somministrazione dei vaccini mRNA

    I rari casi di mocardite rilevati negli Usa dopo le somministrazioni dei vaccini Moderna e Pfizer saranno discussi nel corso della prossima settimana da un comitato consultivo dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Sono state diverse le segnalazioni di infiammazione cardiaca, in particolare nei giovani uomini anche se nel complesso si tratta di casi estremamente rari. Si parla infatti di 226 casi di miocardite o pericardite nei 141 milioni di persone completamente vaccinate negli Stati Uniti. Da leggere anche Focolaio di Covid in una palestra milanese: il titolare era vaccinato

    Cos’è la Miocardite

    La miocardite è una severa infiammazione del muscolo cardiaco mente la la pericardite è l’infiammazione del rivestimento esterno del cuore. Un potenziale legame tra queste patologie e i vaccini che utilizzano la tecnologia innovativa dell’mRNA è stato confermato da Tom Shimabukuro, vicedirettore dell’ufficio per la sicurezza delle vaccinazioni del CDC, durante un incontro con un comitato consultivo della Food and Drug Administration (FDA). La maggior parte delle 221 persone che hanno accusato questo disturbo si è completamente ripresa mentre sono 41 i pazienti che presentano ancora alcuni sintomi. Solo 15 sono le persone ancora ricoverate in ospedale, tre dei quali in terapia intensiva.

    La possibile correlazione

    Mentre i casi di infiammazione cardiaca si sono verificati in genere pochi giorni dopo la vaccinazione nelle persone di età inferiore ai 30 anni, gli scienziati stanno ancora studiando la possibile correlazione con i vaccini che utilizzano la tecnologia mRNA. Il CDC sta anche indagando su altri casi di infiammazione cardiaca segnalati. Sul proprio sito sono state pubblicate anche le statistiche relative a queste segnalazioni. Anche il ministero della salute israeliano ha anche studiato casi di infiammazione cardiaca in giovani uomini che hanno ricevuto vaccini mRNA. Il ministero ha confermato una connessione tra rari casi di infiammazione cardiaca e il vaccino Pfizer Covid-19. CONTINUA A LEGGERE…

  • Il piano vaccinale prosegue

    Nonostante i casi di miocardite segnalati, il CDC sta raccomandando ancora a chiunque abbia più di 12 anni di sottoporsi a vaccinazione, perché il rischio di esiti gravi da Covid-19 supera quello di rari potenziali effetti collaterali. Anche se il numero delle persone giovani decedute per Covid è molto basso. Secondo un report dell’Istituto Superiore di Sanità i giovani di età inferiore ai 50 anni che sono morti di Covid sono stati solo 1312 dei 118.592 morti per Covid complessivi. Si tratta solo dell’1,1% del totale. Duecentonovantasei sono stati i morti under 40, di cui 174 con gravi patologie esistenti.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia