Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 30 Giugno
Scarica la nostra app

Arriva l’eclissi di “Luna di fragole”: ecco quando osservare il nostro satellite diventare rosa

Tra pochi giorni sarà possibile osservare la Luna rosa in cielo: ecco dove, a che ora e tutti i dettagli su questo suggestivo fenomeno astronomico

luna rosa fragola
La luna rosa - Foto Tiscali Notizie
1 di 2
  • Arriva l’eclissi di “Luna di fragole”: ecco quando osservare il nostro satellite diventare rosa

    Tra meteoriti, palle di fuoco e pianeti dalla luce iper intensa o in versione extralarge, tra pochi giorni assisteremo ad un altro fenomeno astronomico molto suggestivo: si tratta dell’eclissi di Luna rosa, soprannominata “Luna di fragole”, che coinciderà con il plenilunio di giugno. Cosa significa? Che il nostro satellite sarà parzialmente oscurato dall’ombra della Terra, il che darà alla Luna un colore rosato, decisamente atipico e interessante. Questo fenomeno in Europa viene anche definito Luna delle Rose perché in questo periodo dell’anno i fiori esplodono nella loro colorata e profumata bellezza. Ma come e quando sarà possibile osservare in cielo l’eclissi di Luna rosa, o anche Luna delle fragole? Ce lo spiega la NASA. UFO AVVISTATO IN EUROPA: ECCO DOVE

    Come e quando guardare l’eclissi di luna rosa

    L’eclissi di Luna rosa sarà visibile in tutta Europa, compresa l’Italia, e anche in Africa, Australia e in parte dell’Asia (non in America) venerdì 5 giugno 2020. La Luna sarà parzialmente coperta da un’ombra scura, quella della Terra, e l’eclissi inizierà alle 19.45 ora italiana: la “Luna di fragole” raggiungerà la massima visibilità alle 21.26 e sparirà dal cono di penombra alle 23.04. Come osservarla? Basterà recarsi in un posto da cui potrete godere di un’ampia visuale, va bene anche la terrazza di casa se ne avete una, e alzare gli occhi al cielo alla ricerca della Luna. Non sarà necessario nessun telescopio o binocolo, lo spettacolo sarà visibile anche a occhio nudo (avere un binocolo, tuttavia, vi permetterà di ingrandire la Luna ai vostri occhi). PALLA DI FUOCO AVVISTATA IN CIELO, ECCO DOVE

    Spettacolo nei cieli, Mercurio visibile a occhio nudo, Giove si allinea con Saturno, ecco come e quando osservarli

    Il mese di Maggio sta per concludersi, ma regalerà ancora diversi spettacoli astronomici da non perdere. Potremo ammirare la bella congiunzione tra Giove e Saturno in queste sere, ma anche la coppia formata da Mercurio all’apice del suo splendore, e dalla Luna.  Poco dopo il tramonto del sole, una bella falce di Luna sarà ben visibile sull’orizzonte occidentale. A fare compagnia alla Luna ci penserà Mercurio. Il pianeta più piccolo del sistema solare e più vicino al sole sarà ben visibile queste notti, per circa 2 ore, prima di tramontare. Domenica 31 maggio sarà l’occasione migliore di tutto il 2020 per osservarlo, come riporta greenme.itTurchia, palla di fuoco esplode nel cielo: tantissime le segnalazioni anche sui social – VIDEO

  • Mercurio ben visibile il 31 maggio

    Mercurio è ben visibile nel cielo serale già da qualche giorno. Sta guadagnando rapidamente altezza sull’orizzonte ed anche durata della propria visibilità. Il giorno migliore per osservarlo nei cieli sarà l’ultimo del mese di Maggio. L’Unione Astrofili Italiani spiega che: “A fine mese raggiungerà le condizioni di migliore osservabilità serale: proprio il 31 maggio tramonta ben 1 ora e 54 minuti dopo il tramonto del Sole. Sono le condizioni migliori dell’anno in corso per osservarlo nella luce del crepuscolo sull’orizzonte occidentale” . Ci sarà la Luna ad accompagnare Mercurio. I due corpi celesti potranno essere visti nella stessa porzione di cielo fino alle 22 circa.

    Allineamento Giove-Saturno

    Lo spettacolo nei cieli però non finisce qui. Dopo aver ammirato Mercurio e la Luna, sarà il turno dei pianeti  Giove e Saturno. Passata la mezzanotte saranno davvero a breve distanza tra loro, almeno per noi osservatori dalla Terra. Sorgeranno insieme dall’orizzonte sudorientale alle 00.15 circa. Alcuni ricercatori dell’Università di Berkeley in California hanno catturato tra l’altro delle spettacolari immagini di Giove, ad alta risoluzione. Il tutto grazie al Gemini North Telescope nella Hawaii che ha immortalato il gigante gassoso alla lunghezza d’onda dell’infrarosso. E un mistero sembra risolto. Le immagini del Gemini, combinate con quelle di Hubble ha svelato tempeste e fulmini sul pianeta.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: