Giovedì 18 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

Alluvione lampo: fiumi di fango e detriti stanno travolgendo e distruggendo numerose case. Ci sono morti, feriti e diversi dispersi nel nord-est della Turchia

Inondazioni e alluvioni lampo in Turchia: particolarmente colpita la zona di Trabzon

Inondazioni nel nord-est della Turchia. Fiumi di fango e detriti travolgono abitazioni
  • Inondazioni: situazione critica in Turchia

    Maltempo, alluvioni lampo e inondazioni, questa è la situazione nel nord-est della Turchia, dove purtroppo si contano anche vittime, feriti e dei dispersi. Una goccia fredda insiste sulla parte orientale del Paese e sta apportando precipitazioni molto intense. Il momento peggiore si è vissuto nella giornata di ieri, quando fango e acqua hanno invaso diverse città e costretto numerose persone a lasciare le proprie case.

    Vittime, feriti e dispersi. Soccorsi in azione

    Almeno sei persone sono morte nella provincia di Trabzon, nel nord-est della Turchia, dopo che forti piogge hanno provocato danni gravissimi dovuti all’esondazione di diversi fiumi e delle alluvioni lampo. Secondo il governatore di Trabzon, Ismail Ustaoğlu, sei persone sono morte nel distretto di Araklı, altre tre sono rimaste gravemente feriti e quattro risultano ancora disperse. Duramente colpite dalle alluvioni i quartieri Çamlıktepe e Yeşilyurt di Arakl, dove l’acqua ha superato il metro di altezza.

    Abitazioni danneggiate e città sott’acqua

    Le piogge continuano a cadere abbondantemente nel nord-est del Paese, soprattutto nella costa nord-orientale che si affaccia sul Mar Nero, tanto che alcune città risultano completamente invase da fango e detriti. Questa situazione va avanti ormai da lunedì di questa settimana e nel corso delle ultime 24 ore si è aggravata ulteriormente. I danni sono gravissimi anche a molte abitazioni, completamente danneggiate sia dall’acqua che dal fango (Fonte:alertageo.org).

  • Dolore e parole di affetto da autorità locali

    Tante le persone che sono state costrette ad evacuare e che ancora in queste ore si ritrovano senza una casa. Come riportato da alertageo.org, il ministro delle finanze, Berat Albayrak, ha offerto le sue condoglianze a coloro che sono morti nel disastro, spiegando inoltre che è stato fatto tutto il possibile per evitare queste tragedie. Diversi soccorritori sono stati inviati sulle zone martoriate dal maltempo ma purtroppo sono stati parzialmente ostacolati da strade completamente invase da fango e detriti.

  • Il video impressionante di quanto sta accadendo

    Di seguito è mostrato un video impressionante (alertageo.org – twetter severe-weather.EU) che fa vedere un torrente trasformarsi in un fiume di acqua e fango, con allagamenti e inondazioni a valle. Servirà ovviamente del tempo per fronteggiare i danni che stanno causando queste piogge alluvionali. Buona visione!

    BRUTAL flash flood in Trabzon, Turkey today, June 18th! Report: Extreme Weather Turkey pic.twitter.com/VDEUOP9Uk6

    — severe-weather.EU (@severeweatherEU) June 18, 2019

  • Seguiteci sul nostro canale Youtube

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione del tempo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito meteo che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: