Giovedì 22 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

Maltempo: grandine e venti a 100 km/h. Disagi in Argentina

Maltempo: ennesima ondata di piogge torrenziali colpiscono l'Argentina. Disagi e danni

Argentina: piogge e forti temporali colpiscono il Paese. Fonte:JuzaPhoto
1 di 2
  • Argentina colpita da grandinate intense

    Una nuova ondata di maltempo ha colpito negli ultimi giorni parte del sud America, soprattutto l’Argentina, con piogge torrenziali e grandinate da record. Moltissimi i disagi dovuti anche al forte vento, che ha sfiorato i 100 km/h. I forti venti hanno determinato anche mareggiate molto intense, un veliero si è rovesciato nell’Oceano Atlantico, a largo delle coste meridionali argentine e due sarebbero i dispersi, come riferisce la tv ‘all news’ TN di Buenos Aires.

    Santa Fe duramente colpita

    Il maltempo ha colpito duramente la località di Santa Fe (Argentina) creando innumerevoli problemi, con danni anche ad abitazioni. Nonostante ancora nell’emisfero australe siamo in estate, temporali violenti e spesso autorigeneranti continuano ad interessare molti Stati americani, soprattutto Argentina e Brasile, dove purtroppo molte sono state anche le vittime in questa stagione estiva (Fonte:youreporter). Adesso la situazione è in miglioramento in Argentina e sulla costa atlantica con venti in attenuazione e temperature in aumento di qualche grado.

  • Torna l’inverno in Italia

    Tornando invece al tempo previsto nella nostra penisola, la situazione è ben diversa, anche perché ci troviamo ancora in inverno, nonostante le temperature ben superiori alla media fanno credere tutt’altro. A brve però si cambia, novità stando ai principali modelli emergono per i prossimi giorni, soprattutto per la prossima settimana, con il risveglio dell’inverno e il ritorno della neve a quote basse. Una vasta e profonda depressione dovrebbe interessare l’Europa centro-settentrionale a partire da metà settimana dopo un lungo periodo dominato dall’alta pressione anche a latitudini settentrionali. L’anticiclone delle Azzorre dovrebbe invece rinforzarsi sul basso Atlantico con valori fino a 1040 hPa.  Dunque, proprio sul fine re della stagione l’inverno tornerà a far parlare di se. Per tutti i dettagli meteo ricordatevi come sempre di restare aggiornati sul nostro sito e ad iscrivervi al nostro canale youtube.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.