Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 5 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ATTENZIONE, DISASTRO AMBIENTALE: è stato appena dichiarato lo STATO DI EMERGENZA, VIDEO di cosa sta succedendo in Russia

METEO - Disastro ambientale in Russia: 20mila tonnellate di GASOLIO sono finite nel sistema fluviale dell'Artico, Putin dichiara lo Stato di Emergenza, VIDEO di quanto accaduto

Disastro ambientale, immagine fonte: Youtube.
1 di 2
  • Previsioni meteo Novosibirsk, Siberia, 4 giugno 2020

    Troviamo quest’oggi un enorme varietà climatica sull’intero continente asiatico: mentre infatti sulle latitudini più meridionali insiste un’Alta pressione di matrice, per l’appunto, asiatica, che oltre ad apportare condizioni meteo di generale stabilità porta anche condizioni climatiche tipicamente estive con temperature piuttosto calde, sulle latitudini più settentrionali e nel Circolo Polare Artico continuano invece a scorrere correnti più fredde tipiche della zona. Nella città di Novosibirsk in particolare, oltre ad essere piuttosto fresco con temperature che oscillano tra i +5°C di minima e i +15°C di massima, le condizioni meteo appaiono piuttosto precarie, con l’ingresso di qualche pioggia nel corso della giornata odierna.

    Disastro ambientale in Russia, riversate circa 20.000 tonnellate di gasolio nel sistema fluviale dell’Artico

    Stando a quanto riporta il sito “repubblica.it” l’episodio si sarebbe verificato circa una settimana fa e precisamente nella giornata di venerdì 29 maggio: circa 20.000 tonnellate di materiale combustibile diesel e lubrificanti si sono riversati nel sistema fluviale dell’Artico causando un vero e proprio disastro ambientale. Una cisterna di carburante sarebbe collassata, per motivi ancora da accertare, in una centrale elettrica nei pressi di Norilsk, nel pieno Circolo Polare Artico. Una ipotesi plausibile è stata formulata e potrebbe essere relativa allo scioglimento del permafrost del luogo, anche se si tratta di una motivazione da accertare.

    Diramato oggi lo Stato di Emergenza in Russia, un arresto

    Nonostante l’episodio si sia verificato circa una settimana fa, il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin avrebbe diramato lo Stato di Emergenza solamente nella giornata di oggi. Si tratterebbe del secondo più grave incidente nella storia della Russia moderna in termini di volume di sostanze tossiche fuoriuscite, secondo solo alla fuoriuscita del greggio nel 1994 (proseguita poi per mesi) nella regione del Komi. E’ stato inoltre arrestato un impiegato della centrale del gigante dei metalli Norilsk Nikel ad incidente appena avvenuto. Lo sversamento avrebbe interessato il fiume Ambarnaya che fornisce acqua potabile alla vicina città di Norilsk.

  • VIDEO – Sversamento a causa del permafrost?

    Come scritto in precedenza al momento ci sono varie ipotesi riguardo il collasso della cisterna della centrale elettrica suddetta, ma stando a quanto scrive il sito “blueplanetheart.it” la pista più accreditata al momento potrebbe essere lo scioglimento del permafrost. La subsidenza di strutture che hanno da sempre sorretto tale serbatoio avrebbe causato danni al serbatoio stesso, causandone il danneggiamento e la successiva fuoriuscita di diesel. A testimonianza di quanto scritto fin ora, vi riportiamo un video del canale Youtube “KoE“.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: