Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – FREDDO ARTICO in ritirata, al suo posto una LACUNA BARICA sull’ITALIA, i dettagli

METEO - FREDDO ARTICO in ritirata verso i Paesi europei dell'est Europa, si crea una LACUNA BARICA in ITALIA, ecco cosa comporterà nei prossimi giorni

Maltempo, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Mattinata pungente in relazione al periodo

    La mattinata odierna è risultata piuttosto fredda se relazionata al periodo che stiamo vivendo. In effetti, dando uno sguardo alle temperature minime registrate dalle varie stazioni meteorologiche soprattutto delle regioni centro-settentrionali, ma anche del basso versante adriatico, esse risultano sotto la media del periodo anche di alcuni gradi, con i valori attestatesi intorno o vicino agli 0°C, tipici in molte zone del mese di gennaio o febbraio. Notevole se pensiamo che in questo momento ci ritroviamo oramai nel mese di aprile.

    Piogge in atto e nelle prossime ore sulle Isole Maggiori

    Un’area di bassa pressione presente sul Nordafrica provoca un flusso umido sul Mediterraneo meridionale capace di apportare qualche pioggia sulle Isole Maggiori. I fenomeni tuttavia risultano piuttosto deboli o moderati, con accumuli altrettanto blandi. Nelle prossime ore mentre le piogge tenderanno ad esaurirsi sulla Sardegna, qualche precipitazione resisterà ancora sulla Sicilia in particolare nel trapanese, con fenomeni sempre piuttosto deboli.

    Lacuna barica sul Mediterraneo e sull’Italia

    La suddetta area di bassa pressione presente sul Nordafrica favorirà anche la formazione di una lacuna barica sul Mediterraneo e sulla nostra Penisola poiché bloccherà di fatto il tentativo (almeno inizialmente) da parte dell’Alta pressione di tornare ad estendersi su latitudini più settentrionali. Ciò unitamente alla ritirata del freddo artico continentale favorisce l’assenza di una vera e propria figura barica dominante sul Mediterraneo. Cosa comporterà ciò?

  • Risalita lenta delle temperature, seppur progressiva

    La mancanza temporanea di una vera e propria rimonta anticiclonica sulla nostra Penisola tiene comunque ancora aperto il corridoio che unisce l’Italia con i Paesi europei orientali. Sebbene il freddo vero e proprio inizierà a mancare sullo stivale, persisterà l’affluenza di correnti più fresche provenienti proprio da quelle zone, con le temperature che subiranno dunque solo un lento innalzamento, seppur progressivo nel corso dei prossimi giorni.

  • Maltempo in arrivo su Isole Maggiori e catanzarese

    La formazione di una lacuna barica porterà però non solo effetti dal punto di vista termico, ma anche da quello meramente meteorologico sulla nostra Penisola, anche grazie alla presenza della suddetta area di bassa pressione sul Nordafrica. Nei prossimi giorni infatti non si escludono e anzi appaiono piuttosto plausibili piogge sulle Isole Maggiori e sulla Calabria jonica, in particolare il catanzarese. I fenomeni saranno comunque sempre deboli o al più moderati, capaci di apportare al suolo accumuli blandi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: