Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – OTTOBRATA in arrivo in compagnia dell’ALTA PRESSIONE, torna la NEBBIA in ITALIA? Vediamo i dettagli

METEO ITALIA - Con l'arrivo dell'ALTA PRESSIONE, potrebbero tornare nuovamente le NEBBIE nel nostro Paese, vediamo dove

Tornano le nebbie in Italia? Vediamo dove è possibile.
1 di 4
  • Oggi residuo maltempo sulle regioni meridionali

    Nella giornata odierna si sono susseguiti svariati rovesci su alcuni settori meridionali italiani, quali i settori jonici, a causa della risalita di una goccia fredda che già nella giornata di lunedì 7 ottobre aveva causato del maltempo sulla maggior parte del territorio italiano. L’instabilità risulta però residua dal momento che già a partire da queste ore e nelle prossime si verificherà un miglioramento delle condizioni meteo in queste zone, con schiarite associate.

    Bel tempo al centro-nord

    Per quanto riguarda invece le regioni centro-settentrionali la giornata di oggi è passata all’insegna della stabilità e del tempo asciutto, nonostante qualche annuvolamento piuttosto massiccio avuto durante la mattinata soprattutto sulle regioni centrali tirreniche, comunque diradato con ampie schiarite nel corso del pomeriggio. Giornata senza particolari variazioni sotto il punto di vista termico, valori stabilizzati con fisiologiche oscillazioni.

    Ottobrata in arrivo da domani

    Ottobrata al via, con Anticiclone che ci terrà compagnia per tutto il weekend apportando un clima simil-primaverile.

    A partire già dalla giornata di domani venerdì 11 ottobre l’allontanamento veloce della goccia fredda verso la penisola balcanica lascerà campo libero all’Alta pressione di origine azzorriana di tornare a salire sul nostro Paese, apportando condizioni di tempo generalmente asciutto e stabile, con cieli in prevalenza soleggiati o poco nuvolosi. Le temperature subiranno un leggero innalzamento soprattutto nel fine settimana. Tutto ciò potrebbe portare anche alla formazione delle prime nebbie, vediamo dove.

  • Prime nebbie nelle vallate?

    Con il ritorno dell’Alta pressione potrebbero tornare a formarsi le prime nebbie tipiche del periodo tardo autunnale e invernale su alcune zone, come le vallate, che in tal senso sono aiutate anche da una forzante orografica. Per quanto riguarda le zone padane, non sono ancora previsti fenomeni simili a causa probabilmente della ventilazione che seppur debole è comunque presente su queste aree. Come vedremo infatti, uno dei requisiti fondamentali alla formazione della nebbia è l’assenza di vento.

  • Come si formano le nebbie?

    Bisognerebbe differenziare diverse tipologie di nebbie, in quanto esistono quelle da avvezione (quando l’aria caldo-umida passa su un terreno freddo e sono tipiche del periodo primaverile), quelle marittime (che si formano quando l’aria caldo-umida si trova a contatto con l’acqua più fresca, tipiche del periodo tardo primaverile) e quelle da forzante orografica, che è il nostro caso. Nel caso specifico dunque, l’Alta pressione portando comunque cieli in prevalenza sereni e calma di vento, da modo all’aria circostante di “ristagnare” nei bassi strati atmosferici (nelle valli questo processo è accentuato appunto dall’orografia) aumentando in modo considerevole l’apporto umido, responsabile della formazione della nebbia.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: