Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 23 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – TEMPERATURE in CROLLO con estese GELATE, apice del FREDDO nelle prossime ore

METEO - TEMPERATURE in CROLLO con estese GELATE al centro-nord nella prossima notte, apice del FREDDO domani su tutta Italia poi graduale rialzo termico

METEO – TEMPERATURE in CROLLO con estese GELATE, apice del FREDDO nelle prossime ore
Molto freddo nel weekend, estese gelate su molte regioni
1 di 3
  • Irruzione artica sull’Italia

    Meteo – La stagione invernale è stata fin qui decisamente dinamica e per molti frangenti in linea con il periodo. Numerose, infatti, sono state le avvezioni fredde sull’Italia, portando in alcuni casi nevicate fino a quote di pianura al nord e di bassa collina al centro e parte del sud. Nelle ultime ore una nuova irruzione artica ha raggiunto nuovamente lo stivale, portando un deciso crollo delle temperature e la neve fino alla città di Cosenza. L’aria fredda presente nei giorni scorsi sull’Europa centro-orientale, è riuscita ad estendersi verso ovest grazie alla spinta dell’anticiclone delle Azzorre verso la Scandinavia, portando una nuova fase invernale anche sulle Nazioni meridionali europee.

    Freddo in aumento, estese gelate la scorsa notte al nord

    Meteo – La ciclogenesi che nella giornata di ieri ha preso forma sul medio-alto Tirreno si è rapidamente portata verso le regioni meridionali, richiamando correnti fredde dai Balcani verso l’Italia. I cieli stellati e l’attenuazione della ventilazione, unitamente ad un calo dei tassi d’umidità, hanno favorito un deciso calo delle temperature nella scorsa notte, con gelate diffuse anche in pianura. In particolare valori minimi di -2/-4°C sono stati raggiunti sulla Pianura Padana, ma con punte fino a -5/-6°C nell’astigiano, Friuli-Venezia Giulia e Veneto; la città di Bolzano ha fatto registrare un valore minimo di -8°C, mentre nelle valli dolomitiche si è scesi fino a -20°C. Deboli gelate hanno interessato anche le pianure dell’Umbria e la Ciociaria, mentre nelle valli interne della Toscana si è scesi fino a -5/-6°C.

    Picco del freddo atteso nelle prossime ore

    Meteo – L’aria fredda sta ancora affluendo in queste ore sull’Italia, con il picco atteso nella giornata di domani a livello nazionale. Le temperature minime sono infatti attese in ulteriore calo al centro-sud nella giornata di domenica, quando si potranno registrare estese gelate su Umbria, Lazio, Toscana, Abruzzo e gran parte dei settori Peninsulare meridionali. Freddo al primo mattino anche al nord con temperature minime attese ancora al di sotto dello zero, seppur in lieve aumento rispetto ai valori odierni per via dell’arrivo di innocue velature che tenderanno a limitare il raffreddamento notturno. A seguire arriverà un campo anticiclonico, portando un graduale aumento delle temperature massime.  

  • Temperature massime in aumento la prossima settimana, molto freddo di notte

    Come anticipato, il flusso freddo raggiungerà il suo apice nelle prossime ore sull’Italia, lasciando tuttavia strascichi anche con l’avvio della nuova settimana. L’arrivo di un campo anticiclonico e la graduale attenuazione dell’apporto freddo dall’est Europa, determineranno un diffuso aumento delle temperature massime, oscillando tuttavia attorno le medie del periodo. Farà invece ancora molto freddo durante le ore notturne, quando sono attese estese gelate sulla Pianura Padana e zone interne del centro anche nella prima parte della prossima settimana

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Meteo  – Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: