Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

Violentissima grandinata e nubifragio lampo: chicchi grandi come uova devastano auto e colture. Danni ingentissimi, foto dal palermitano

Forte grandinata colpisce il palermitano, ci sono disagi

Maltempo intenso colpisce la Sicilia, disagi nel palermitano. Foto:Pixabay
1 di 4
  • Maltempo in Italia e crollo termico

    Nella giornata di oggi, a seguito della violenta perturbazione che ha attraversato l’Italia e che ancora insiste all’estremo sud, possiamo ritenere conclusa la lunga fase di dominio dell’alta pressione, non solo in Italia ma in gran parte dell’Europa centro-occidentale. Le temperature si sono riportate entro la media stagionale e localmente anche al di sotto.

    Nubifragio e grandinata nel palermitano

    Attualmente, in Sicilia insistono condizioni di residua instabilità, soprattutto nella parte orientale dell’isola, anche se i fenomeni dovrebbero gradualmente cessare. Nelle ultime ore però, soprattutto tra il pomeriggio di ieri e la nottata odierna, parte della regione è stata interessata da nubifragi e grandinate, con alcuni danni. In particolare, una grandinata davvero notevole ha colpito il palermitano, Corleone, dove i chicchi hanno avuto in alcuni casi dimensioni come uova. Come riportato da “livesicilia.it”, molti residenti della zona hanno affermato di non aver mai visto nulla di simile. I filmati e le foto stanno già facendo il giro del web, purtroppo però non sono mancati danni.

    Disagi tra Corleone e Collesano

    Grandine in Sicilia, disagi tra Corleone e Collesano. Foto:livesicilia.it

    Il maltempo ha picchiato duro in gran parte della provincia di Palermo. Dopo la pioggia è arrivata anche la grandine e nel giro di pochi minuti, le strade sono state parzialmente imbiancate, in modo particolare tra Corleone e Collesano, dove sono stati registrati anche alcuni allagamenti e danni alla vegetazione.

  • Maltempo in gran parte della Sicilia

    Gran parte della Sicilia centro-orientale è stata interessata dal maltempo, ad eccezione della provincia di Trapani e in parte di quella di Agrigento. Nella serata di ieri, un nubifragio ha invece colpito Enna, trasformando le strade della cittadina in veri e propri fiumi.Molte strade della città trasformate improvvisamente in fiumi in piena di acqua e fango. Come riportato da “blogsicilia.it”, la situazione peggiore è stata tra Enna alta ed Enna Bassa dato che la via Pergusa, la strada di accesso alla parte alta del capoluogo, si è trasformata in un fiume. La situazione è migliorata anche al sud, insistono però gli ultimi fenomeni sullo Ionio e proprio sulla Sicilia, dove non è escluso ancora qualche temporale.

  • Nuovo peggioramento in Italia

    La situazione migliorerà al sud entro la nottata ma è già pronto un nuovo cambiamento del tempo, questa volta da ovest. Nel fine settimana nuova perturbazione, in particolare per la giornata di domenica, quando il maltempo diverrà intenso, soprattutto tra Liguria, Toscana, Umbria e Lazio, dove non mancheranno acquazzoni e temporali che potranno assumere localmente carattere di nubifragio. Altrove ad un sabato soleggiato o al più variabile seguirà un aumento delle nubi per la giornata festiva.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Per tutti gli ulteriori dettagli, vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi importanti aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e anche per i prossimi giorni, sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo tra l’altro anche ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: