Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 24 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, nuova ondata di casi da un Paese Europeo: i dettagli sullo studio e qual è la nazione

Uno studio coordinato tra Svezia, Norvegia e Australia ha dimostrato che il Governo svedese ha più di qualche responsabilità riguardo la nuova diffusione del Covid-19 negli altri stati

Coronavirus, nuova ondata di casi da un Paese Europeo: i dettagli sullo studio e qual è la nazione
People enjoy the warm spring weather at Hornstull in Stockholm on April 21, 2020, during the new coronavirus COVID-19 pandemic. (Photo by Jonathan NACKSTRAND / AFP)
1 di 2
  • Secondo uno studio scientifico un Paese europeo in particolare ha contribuito alla nuova diffusione del Covid-19

    L’Italia è uno dei Paesi d’Europa (e non solo) con i migliori dati sul coronavirus, ma nel resto del pianeta è tornata l’emergenza con un nuovo boom di casi. Gran Bretagna, Germania, Repubblica Ceca, Romania e Polonia, senza contare Russia e Stati Uniti, sono tra i Paesi che stanno fronteggiando una nuova pericolosa ondata di Covid-19. L’arrivo dei vaccini non è bastato a sconfiggere il virus, la situazione è di nuovo grave. E secondo uno studio scientifico condotto dall’Università di Uppsala (Svezia), in collaborazione con l’Università australiana di Sydney e l’Istituto norvegese di Salute Pubblica, proprio il popolo svedese ha contribuito ad esportare con molta efficacia il Covid-19 nelle nazioni limitrofe e non solo.

    I dati dello studio e le parole dei responsabili

    Lo studio dei ricercatori, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Eurosurveillance, si è concentrato su un campione di 71mila pazienti: tracciando il profilo genetico dei virus si è evinto che centinaia di catene di infezione sono partite proprio dalla Svezia e arrivate nei Paesi vicini, in particolare in Finlandia. “La Svezia – ha dichiarato John Pettersson dell’Università di Uppsala – è stato un Paese esportatore netto del virus Sars Cov-2 verso i vicini nordici nel primo anno di pandemia“. E dalla Finlandia, piano piano, il Covid si è diffuso anche al resto d’Europa.

    Le responsabilità della Svezia

    Le responsabilità del Governo svedese, dunque, sarebbero evidenti: da diversi mesi ormai in Svezia non vige l’obbligo di mascherine né è in vigore alcun Green Pass, lockdown o limitazione particolare per contenere la diffusione del contagio. Furono gli stessi abitanti della nazione scandinava a “prendere in giro” chi indossava dispositivi di protezione individuale per proteggersi dal virus. LE REGOLE DEL VIROLOGO PREGLIASCO PER NATALE E CAPODANNO

    CONTINUA A LEGGERE

  • Coronavirus, il bollettino di mercoledì 17 novembre 2021

    Sono 7.698 i nuovi contagi di Covid-19 in Italia (ieri 5.144), a fronte di 684.710 tamponi giornalieri effettuati (ieri 248.825). La percentuale di positivi considerando il totale dei tamponi è all’1,1% (ieri era al 2,1%). Sono 74 le vittime registrate in un giorno, con un ricalcolo delle Regioni Campania e Sicilia. Le terapie intensive sono 481 (+6), con 74 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute del 16 novembre sulla situazione coronavirus in Italia.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto e specializzato in calcio e altri sport ma anche spettacoli tv, attualità, cronaca e salute.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia