Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Green pass, c’è l’annuncio del Garante, ecco cosa cambia da adesso

L'annuncio del garante sul Green Pass contraddice quello che aveva detto il ministro Lamorgese

Green pass, c’è l’annuncio del Garante, ecco cosa cambia da adesso
Coronavirus e Green Pass, importante novità sulla scuola: ecco la nota del Ministero dell'Istruzione, Foto Wikimedia Commons
1 di 3
  • Green pass, c’è l’annuncio del Garante, ecco cosa cambia da adesso

    In merito al Green Pass nei bar e ristoranti si sta discutendo in questi giorni se i gestori possano controllare o meno anche i documenti. Il Garante per la Privacy, rispondendo ad un quesito rivolto dalla Regione Piemonte, ha confermato che “i titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi” possono richiedere un documento di identità agli intestatari del Green pass, come riporta TgCom. Solo 24 ore fa però il ministro Lamorgese aveva detto il contrario. Leggi anche: Coronavirus, l’annuncio di Locatelli: ‘Terza dose per chi ha sistema immunitario alterato’

    Le dichiarazioni del ministro

    Il ministro Lamorgese solo 24 ore fa aveva detto “Solo forze dell’ordine possono chiedere documenti“. Secondo quanto detto dal ministro, i titolari dei locali pubblici dovranno controllare il Green Pass, ma non potranno chiedere la carta d’identità ai clienti. Andare al ristorante con il pass è come andare al cinema e mostrare il biglietto, quindi non serve un documento. Aveva spiegato così la questione il ministro. Queste parole avevano rassicurato i gestori dei pubblici esercizi. Leggi anche: Green Pass, c’è l’annuncio del Viminale: ecco cosa cambia

    La spiegazione del Garante

    Il Garante ha spiegato che è  scritto nel decreto chi deve controllare le identità. Tra i soggetti elencati ci sarebero i pubblici ufficiali nell’esercizio delle relative funzioni, il personale addetto ai
    servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo, i soggetti titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi, il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività; i vettori aerei, marittimi e terrestri; i gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie. Leggi anche Green Pass anche nelle mense aziendali ed esplode la protesta dei sindacati: “Non serva per licenziare o demansionare”

    CONTINUA A LEGGERE

  • La risposta dei ristoratori

    I ristoratori fanno sapere che chiederanno i documenti solo in casi sospett. Se il cliente si rifiuta di esibire il documento, saranno avvertite le forze dell’ordine. Non possiamo sostituirci a un pubblico ufficiale. E’ la posizione del direttore generale della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) di Confcommercio, Roberto Calugi.

  • Attesa una circolare chiarificatrice

    Nelle prossime ore è attesa una circolare che verrà emessa dal ministero, in grado di chiarire questa questione. La circolare spiegherà se i gestori delle attività potranno chiedere o meno i documenti a chi esibisce il Green Pass, per eeffettuare una verifica.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia