Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 19 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Insonnia, questi tre semplici esercizi aiutano ad addormentarsi prima e dormire meglio

Questi tre semplici esercizi, da praticare prima di addormentarsi, aiutano a combattere l'insonnia

Insonnia, questi tre semplici esercizi aiutano ad addormentarsi prima e dormire meglio
Insonnia, questi tre semplici esercizi aiutano ad addormentarsi prima e dormire meglio - Foto Pixabay
1 di 3
  • Insonnia, un problema per milioni di italiani

    Riuscire ad addormentarsi in fretta, pochi minuti dopo essersi coricati, è una vera e propria manna dal cielo. Tantissime persone, infatti, hanno bisogno di molto tempo per riuscire ad addormentarsi, spesso senza riposarsi a sufficienza. Questo problema si chiama insonnia e, secondo i dati dell’Associazione italiana di medicina del sonno, ne soffrono ben 12 milioni di italiani. I rimedi, in realtà, sono innumerevoli, sia naturali che farmacologici. Leggi anche Ansia, l’esercizio fisico moderato e intenso allevia i sintomi anche in caso di disturbi cronici

    Cosa influisce negativamente sull’insonnia

    Ad influire negativamente sulla capacità di addormentarsi e riposare bene ci sono, tra l’altro, gli schermi blu dei dispositivi elettronici e alcune sostanze come caffeina, teina, alcol e fumo. Esistono, comunque, dei metodi naturali da utilizzare per provare a combattere l’insonnia. Prima degli interventi farmaceutici, infatti, è possibile adottare alcuni comportamenti consigliati. Molto importanti, ad esempio, sono gli esercizi di respirazione, che aiutano a rilassarsi, ad addormentarsi prima e a dormire meglio. Leggi anche Ecco qual è il momento migliore per andare a dormire e ridurre il rischio di problemi cardiaci

    L’importanza della respirazione

    Il respiro, in realtà, è un’arma potentissima che non sempre usiamo al meglio. Come spiega Umberto Pelizzari, primatista di apnea con diversi record mondiali, “per addormentarci meglio e alzare la qualità del sonno è fondamentale lavorare sull’espirazione, che va ad attivare il sistema nervoso parasimpatico che ci dà calma, rilassamento, quiete e controllo del corpo. Per un migliore risultato, dovremo innanzitutto inspirare ed espirare dal naso. Se gestita in modo corretto, la respirazione può portarci benefici incredibili. Molto importante è anche la posizione della lingua”, si legge su Ok-salute.it. Leggi anche Una proteina è legata all’aumento del rischio di diabete di tipo 2 secondo un nuovo studio

    CONTINUA A LEGGERE

  • La posizione della lingua

    La posizione corretta della lingua, come spiega Pellizzari, è quella dello “schiocco del cavallo”, ovvero quando la lingua si trova verso l’alto creando quasi un sottovuoto. Per prepararsi agli esercizi bisogna sdraiarsi, chiudere gli occhi, inspirare ed espirare dal naso. Con la bocca chiusa la lingua andrà automaticamente in quella posizione. Esistono alcuni esercizi da praticare per una decina di cicli, prima di addormentarsi: i benefici arrivano entro poche settimane. Gli esercizi vanno iniziati già un’ora prima di mettersi a letto.

  • Gli esercizi

    Il primo esercizio è quello del 4-7-8: bisogna dedicare 4 secondi all’inspirazione, 7 alla ritenzione del respiro (ovvero all’apnea) e 8 alla fase di espirazione. Il secondo esercizio prevede l’alternanza tra una fase di espirazione e una fase di apnea: inspirare dal naso, svuotare i polmoni; poi inspirare ma senza raggiungere una sensazione di esplosione, rimanere in apnea e infine espirare; e così via. Il primo e il secondo esercizio possono essere effettuati con dei cuscini sotto le gambe. Il terzo esercizio prevede la respirazione con il cuore, ovvero sincronizzando l’espirazione con la frequenza cardiaca: un battito cardiaco inspirando, uno in apnea, uno aspirando (è possibile impostare la frequenza su due, tre o più battiti).

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia