Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 3 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

La tosse può essere il sintomo di queste 4 malattie. Scopri subito come riconoscerle

Gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno realizzato una guida per riconoscere i diversi tipi di tosse. Quest'ultima, inoltre, può essere il sintomo di 4 malattie

La tosse può essere il sintomo di queste 4 malattie. Scopri subito come riconoscerle. Fonte foto: pixabay.com
1 di 3
  • Che cos’è la tosse?

    Quando si parla di tosse – secondo quanto riportato da “Corriere.it” – si fa riferimento ad un riflesso protettivo finalizzato a ripulire le vie aeree dalle secrezioni o da materiale che è stato inavvertitamente inalato come ad esempio lo smog o i germi. Nel momento in cui si tossisce, all’interno dei polmoni viene generata una forte pressione che si esercita verso l’esterno, con le vie aeree che si liberano da muco, da particelle irritanti o da microbi.

    Distinzione tra tosse acuta e tosse cronica

    Quando si parla di tosse, occorre fare la distinzione tra tosse acuta e tosse cronica. Generalmente la tosse va via entro le tre settimane e – secondo quanto riportato da “Corriere.it” – in questo caso si parla di tosse acuta. Quest’ultima nella maggior parte dei casi è dovuta a infezioni che vanno a colpire le vie respiratorie. Se la tosse continua a persistere per più tempo, superando le otto settimane, allora si parla di tosse cronica. In questo caso specifico occorre sottoporsi a degli esami che possano stabilire con certezza la causa che determina tale condizione.

    La tosse può essere la spia di 4 malattie per i bambini

    Gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno realizzato una guida per riconoscere i diversi tipi di tosse, oltre alle patologie collegate e alle possibili terapie, e l’hanno pubblicata sul magazine online “A Scuola di Salute“, diretto da Alberto Ugazio. In tale guida hanno posto l’accento sul fatto che la tosse possa rappresentare uno dei sintomi di 4 malattie nei bambini. Eccole nel dettaglio, riportate da “Corriere.it“:

    1 – Laringite

    La laringite è una patologia respiratoria causata da infezioni di natura virale. Tra i sintomi più evidenti vi è proprio una tosse che risulta molto simile al verso della foca o ad un cane che abbaia. In questi casi, la prima cosa che un genitore deve fare è provare a tranquillizzare il bambino, mettendolo seduto allo scopo di migliorare la respirazione. La laringite, inoltre, presenta un rigonfiamento della mucosa del laringe e delle corde vocali e di conseguenza si presenta una importante riduzione dello spazio aereo. Vi può essere la comparsa di febbre, raucedine, un senso di irrequietezza e, nei casi più gravi, a causa di difficoltà nella ossigenazione, vi può essere la comparsa di una colorazione bluastra intorno alla bocca o all’estremità degli arti.

  • 2 – Pertosse

    Quando si parla di pertosse – come si legge su “Corriere.it“-  si fa riferimento ad una malattia batterica contagiosa che ha come sintomo principale una serie di colpi di tosse ravvicinati, fino a lasciare il paziente quasi senza respiro. Si tratta di colpi di tosse che risultano essere estenuanti – spesso seguiti da vomito – e, sopratutto nei lattanti, possono finire per comprometterne lo stato generale. Se nei lattanti i sintomi si presentano in modo piuttosto caratteristico, tra gli adulti, invece, i sintomi sono più sfumati. Tra le caratteristiche peculiari della pertosse, inoltre, non si può fare a meno di citare la durata: può andare da diverse settimane a diversi mesi.

    3 – Asma bronchiale e broncospasmo

    L’asma bronchiale può fare la propria comparsa con dei sintomi piuttosto variabili che vanno dalla tosse all’affanno respiratorio, fino ad arrivare al broncospasmo. Vale a dire un meccanismo di contrazione delle pareti dei bronchi che può arrivare addirittura a richiedere le cure al pronto soccorso. Tra i fattori che possono generare l’asma, un posto di primo piano lo occupa in particolar modo il fumo, anche quello passivo.

  • 4 – Tosse somatica

    Tra le altre cause di tosse cronica – secondo quanto si legge su “Corriere.it” – vi è la cosiddetta “Tosse somatica”, soprattutto per quanto riguarda i bambini che hanno oltre i 6 anni. Esistono alcune caratteristiche peculiari della tosse somatica che devono far insospettire il pediatra, inducendolo a prendere in considerazione tale possibilità: tra questi vi sono la lunga durata, l’esito negativo degli accertamenti effettuati in precedenza e la mancata risposta a qualsiasi tipo di terapia. La tosse risulta essere molto stizzosa, quasi se si trattasse di una sorta di tic. Si tratta, inoltre, di una tosse che scompare mentre si dorme o quando il bambino sta svolgendo delle attività che lo tengono occupato e lo distraggono.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: