Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 19 Giugno
Scarica la nostra app

Margherita Hack, oggi Google omaggia con un Doodle l’astrofisica italiana, ecco perché

Oggi il Doodle di Google è dedicato all'astrofisica Margherita Hack, ecco perché

Margherita Hack, oggi Google omaggia con un Doodle l’astrofisica italiana, ecco perché
Margherita Hack, oggi Google omaggia con un Doodle l'astrofisica italiana, ecco perché (Foto Youtube)
1 di 3
  • Margherita Hack, oggi Google omaggia con un Doodle l’astrofisica italiana, ecco perché

    Il doodle di oggi di Google è un omaggio a Margherita Hack. L’intento è quello vuole di celebrare il 99° compleanno dell’astrofisica, accademica, divulgatrice scientifica e attivista italiana Margherita Hack. Era nata a Firenze il 12 giugno del 1922, quindi oggi avrebbe compiuto 99 anni. Era anche un’attivista e sostenitrice di diritti civili e cause progressiste, come riporta adnkronos.com. Leggi anche: Shirley Temple, ecco chi era e perché Google le ha dedicato un Doodle animato

    L’omaggio di Google

    Margherita Hack, oltre al suo interesse per i satelliti, gli asteroidi e l’evoluzione delle atmosfere stellari,  ha difeso i diritti civili sostenendo in maniera aperta cause progressiste, la protezione degli animali e l’uguaglianza per tutti. E’ morta a Trieste il 29 giugno del 2013. Il team di Google scrive: “Buon compleanno, Margherita Hack, e grazie per aver ispirato le generazioni – passate, presenti e future – a puntare alle stelle“. Vediamo di seguito la carriera dell’astrofisica. Leggi anche: Akira Ifukube, ecco chi era e perché oggi Google gli ha dedicato un Doodle

    La carriera

    Iniziò frequentando un solo corso universitario di lettere, ma poi la Hack è passata alla specializzazione in fisica. Nel 1945 discusse la sua tesi sulle variabili Cefeidi – le stelle usate per misurare le distanze intergalattiche. L’astrofisica successivamente applicò le sue conoscenze sulla spettroscopia stellare presso l’Osservatorio Astronomico di Arcetri a Firenze. Nel 1964  si trasferì a Trieste, dove passò alla storia non solo come prima donna italiana a guadagnare una cattedra all’università della città, ma anche come prima donna direttrice dell’Osservatorio Astronomico di Trieste. Leggi anche: Savoy Ballroom, Google celebra la storica sala da ballo di Harlem con un Doodle interattivo, ecco perché

    CONTINUA A LEGGERE

  • La fama dell’Osservatorio di Trieste

    Per oltre 20 anni la Hack ha portato l’Osservatorio di Trieste alla fama mondiale, trasformandolo da istituzione in gran parte anonima a centro del progresso scientifico. Queste importanti innovazioni hanno fatto guadagnare a Margherita Hack il riconoscimento internazionale, che poi l’hanno portata a diventare parte di prestigiose istituzioni come la Nasa e l’Agenzia Spaziale Europea, sedi dei più importanti osservatori scientifici del mondo.

  • L’asteroide chiamato come lei

    Aveva la capacità di spiegare concetti scientifici complessi al grande pubblico. Ha pubblicato molti articoli accademici, diversi libri e ha fondato due riviste dedicate all’astronomia e alle stelle. L’asteroide 8558 Hack, che orbita tra Marte e Giove, fu chiamato in suo onore nel 1995. A 90 anni, il governo italiano ha conferito a Margherita Hack il suo più alto riconoscimento: il titolo di Cavaliere di Gran Croce.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia