Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 11 Agosto
Scarica la nostra app

La Terra ha girato più velocemente del solito: ecco cosa significa e le possibili cause/conseguenze

Rilevato un moto di rotazione terrestre particolarmente veloce, battuto il precedente record: cosa significa questo fenomeno

La Terra ha girato più velocemente del solito: ecco cosa significa e le possibili cause/conseguenze
Foto Pixabay.com

Gli scienziati hanno registrato il più veloce moto di rotazione terrestre mai avvenuto nella storia: tutti i dettagli

Non solo gli atleti hanno la possibilità di battere i propri record, anche gli stessi pianeti sono in grado di farlo. E quello che è accaduto di recente alla Terra ha provocato un mix tra stupore e preoccupazione. Il mondo che abitiamo, infatti, qualche giorno fa ha completato il suo moto rotatorio prima del solito. In poche parole la Terra ha girato più velocemente, in una misura impercettibile ma comunque importante in ottica astronomica. E il tutto non è passato inosservato agli scienziati…

Cosa è successo

Il 29 giugno scorso, infatti, è stato registrato il giorno più “veloce” di sempre; il moto di rotazione terrestre ha concluso le 24 ore in anticipo rispetto al solito, esattamente 1,59 millisecondi prima del “normale”. In realtà non è la prima volta che viene registrata un’anomalia simile nella durata della rotazione terrestre, quello del 29/6 è stato il minor tempo assoluto. Nulla di preoccupante dato che, come spiegato, è impossibile rendersi conto (a livello pratico) di un episodio del genere se non utilizzando apparecchi spaziali specializzati. L’unica conseguenza di un fatto simile può essere qualche piccolo sbalzo GPS ma nulla di che… E da cosa dipende quest misterioso fenomeno?

Le cause della rotazione più veloce

Tre scienziati dell’Asia Oceania Geosciences Society hanno fatto riferimento all’oscillazione di Chandler: si tratta di un moto minore, o secondario, del nostro pianeta che riuscirebbe a spostare ciclicamente l’asse di rotazione terrestre di 3-4 metri dal Polo Nord con un periodo di 433 giorni. È dovuto al fatto che la Terra non è perfettamente sferica: ogni corpo non sferico in rotazione presenta un qualche tipo di oscillazione. Alcuni studiosi, invece, imputano queste oscillazioni allo scioglimento delle calotte polari ma c’è anche la possibilità che si tratta di fenomeni atmosferici sconosciuti.

CONTINUA A LEGGERE

Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale YouTube, al quale vi invitiamo ad iscrivervi.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia