Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Novembre
Scarica la nostra app

Perseverance, l’analisi dei campioni di roccia dimostrano la precedente esistenza di acqua su Marte

C'era vita su Marte? L'analisi su campioni raccolti sul pianeta rosso rivelano informazioni fondamentali

Perseverance, l’analisi dei campioni di roccia dimostrano la precedente esistenza di acqua su Marte
Perseverance, l'analisi dei campioni di roccia dimostrano la precedente esistenza di acqua su Marte - Foto Pixabay
1 di 2
  • C’era vita su Marte?

    Scienziati da ogni parte del mondo studiano con attenzione i dati raccolti sul Pianeta Rosso per scoprire se c’è vita o ci sia mai stata alcuna forma di vita sul territorio marziano. Recenti analisi hanno permesso di esaminare dei campioni raccolti dal rover Perseverance della NASA proprio sul Pianeta Marte. Il risultato di questi test ha evidenziato che le rocce sono state a contatto con l’acqua per un periodo di tempo abbastanza lungo. Leggi anche Sistema solare, scoperti 450 nuovi oggetti prima sconosciuti

    Analisi di campioni di rocce da Marte

    Un campione di roccia raccolto da Perseverance ha una composizione basaltica e probabilmente è stato prodotto da colate laviche. Tutte le scoperte che riguardano il suolo marziano sono importanti per ricostruire la storia geologica del Pianeta Rosso e le rocce vulcaniche permettono di studiare la datazione radiometrica grazie ai minerali cristallini in esse contenuti. Grazie ai campioni raccolti da Perseverance gli scienziati potranno verificare altri dati riguardanti il lago e se il clima nel pianeta sia cambiato nel corso dei secoli. Leggi anche Esplosione solare in arrivo, una CME colpirà la Terra tra pochi giorni: ecco cosa succederà e quando

    Quali sono i dati raccolti su Marte grazie al rover Perseverance

    I campioni di rocce marziani presi con il rover Perseverance hanno fornito moltissime informazioni agli scienziati che stanno lavorando al progetto. Gli esami effettuati sulle rocce analizzate hanno confermato un’interazione con le acque sotterranee al cratere vulcanico. Questa scoperta ha doppia valenza poiché avvalora il risultati di precedenti studi secondo i quali all’interno del cratere fosse presente un lago ma non sapevano da quanto tempo. Leggi anche Fumata dal modulo russo della Stazione Spaziale: in salvo i membri dell’equipaggio

  • Il lago su Marte

    Probabilmente l’acqua del lago ha supportato anticamente la vita all’interno di piccole nicchie formatisi nelle rocce. Analizzando i sali minerali delle rocce vulcaniche gli scienziati potranno confermare se l’acqua è stata presente per parecchio tempo e se ospitava forme di vita microbica. Per completare questa missione la NASA inizierà un’importante collaborazione con l’Agenzia spaziale europea al fine di riportare tutti i campioni raccolti sulla Terra e iniziare le analisi di laboratorio più dettagliate.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per importanti siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia passione innata per il giornalismo.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia