NanoPress

Meteo Italia: irruzione fredda al Centro-Sud, neve fino a quote molto basse

Pubblicato da Brando Trionfera

Segnala
  • Meteo Italia: irruzione fredda al Centro-Sud, neve fino a quote molto basse

    Webcam live da Filottrano (AN), 270 m.s.l.m. (fonte: Filottranometeo)

    La giornata di oggi, venerdì 11 gennaio 2019, sarà ancora una volta caratterizzata da condizioni meteorologiche invernali sull’Italia

    La seconda ondata di freddo del mese di Gennaio 2019 che sta colpendo la nostra Penisola, è destinata a durare ancora per 24/36 ore portando i fiocchi di neve a scendere fino a quote molto basse lungo i rilievi del versante adriatico e sull’Appennino meridionale. Condizioni meteorologiche invece decisamente più stabili sulle regioni tirreniche e al Nord Italia dove è atteso comunque un ulteriore calo delle temperature massime grazie ai venti sostenuti dai quadranti settentrionali. La giornata di oggi, venerdì 11, vedrà quindi il ritorno della neve fino a circa 1/200 metri su Marche e Abruzzo, mentre fino a 3/400 metri su Molise, Puglia, Basilicata e zone interne della Campania. Qualche centinaio di metri più in alto invece su Calabria e Sicilia, dove comunque il clima si manterrà freddo con temperature al di sotto della media stagionale. Un lento e progressivo miglioramento avrà inizio già dalla nottata, con fenomeni in esaurimento sull’Abruzzo.

    Domani, sabato 12 gennaio 2019, migliora su gran parte della Penisola con temperature in aumento a partire dal Nord

    La giornata di domani, che rappresenta il cuore del secondo fine settimana del mese di gennaio, vedrà un generale miglioramento del tempo ed un’associata risalita dei valori di temperatura al suolo e alle quote medie. Si tornerà infatti verso territori positivi anche alle altezze di 850 hPa al Centro-Nord, mentre residua instabilità e qualche acquazzone interesseranno ancora i settori settentrionali della Sicilia.

  • Analisi modelli a medio termine: tensione zonale ancora molto accentuata nel nord dell’Atlantico, l’Inverno potrebbe tornare a fine mese

    Se da una parte in queste ore assistiamo ancora all’irruzione di aria fredda dai quadranti nord orientali, dall’altra è ormai evidente dai principali centri di calcolo che ci aspetterà una pausa dal freddo a partire dalla prossima settimana. Questo a causa di una progressiva diminuzione dei valori pressori nell’alto Atlantico dettata dalla massiccia ripartenza del flusso zonale in uscita dagli Stati Uniti. Questo, tuttavia, non sarà forzatamente sinonimo di clima più stabile. Il nostro Paese si troverà infatti lungo il bordo orientale di una vasta cella anticiclonica, restando così soggetto a continui impulsi instabili e a tratti freddi. Freddo, gelo e neve potrebbero tornare a farci visita entro la fine del mese.

Brando Trionfera
b.trionfera@centrometeoitaliano.it
https://www.facebook.com/brando.trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale nella Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter