Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 7 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Violenta mareggiata si abbatte sul napoletano: quintali di plastica invadono il lungomare. Disagi e danni ingenti

Bidoni, bottiglie, recipienti e altri materiali di plastica si "arenano" sul lungomare Caracciolo: ecco cosa sta succedendo

Mareggiata colpisce la costa campana, ci sono danni. Foto: Pixabay
1 di 4
  • Maltempo colpisce le regioni tirreniche

    Una nuova ondata di maltempo sta interessando le regioni italiane, in particolare quelle del settore occidentale, con piogge torrenziali e mareggiate. Diversi i disagi, dalla Liguria alla Sicilia, senza dimenticare anche il nord-est. Nelle scorse ore, un’intensa mareggiata ha colpito la Campania, in particolare la zona del napoletano, con danni ingenti.

    Quintali di plastica galleggiano sul litorale di Napoli

    Incredibile quanto è successo nelle scorse ore sul litorale di Napoli: come riporta Notizie.it il lungomare Caracciolo del capoluogo campano è stato invaso da quintali di plastica e immondizia. A trasportarla fino alla riva è stato il maltempo che da giorni sta affliggendo tutta la regione Campania, unitamente ai forti venti che insistono sulla zona.

    Cosa è successo e dove

    Bottiglie, bidoni della spazzatura, buste, bastoni e recipienti: sulla spiaggia nei pressi della rotonda Diaz c’è di tutto e di più, un’infinità di prodotti di plastica che galleggiano sotto gli occhi di cittadini e turisti. Tutto il materiale, di cui una parte veniva utilizzato per gli allevamenti di mitili, è stato trascinato da una grande mareggiata. Immediato l’intervento degli addetti alla pulizia locale, i quali stanno recuperando (ma non senza difficoltà) il materiale abbandonato sulla riva del mare per smaltirlo in altre sedi.

  • L’appello delle autorità

    Il fatto ha inevitabilmente attirato l’attenzione di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale del partito dei Verdi che ha tuonato così: “Ci troviamo di fronte – riporta Notizie.it alla ribellione della natura e all’inciviltà di chi sversa rifiuti in mare. Serve attivare politiche attive che coinvolgano i cittadini nella difesa delle acque, come l’area marina “Regno di Nettuno” dove i pescatori si impegnano a raccogliere la spazzatura abbandonata in mare. E le amministrazioni devono limitare l’uso della plastica”. Il mese di novembre, noto come il più piovoso di tutto l’anno, si sta confermando tale in tutta Italia con il maltempo che anche nelle prossime ore continuerà a incidere da nord a sud (compresa, dunque, anche Napoli). Ora siamo alle prese con una perturbazione carica di precipitazioni in un contesto climatico tuttavia autunnale, eccetto sulle regioni più settentrionali dove la neve cade fino a quote medio-basse.

  • Maltempo in arrivo anche nel prossimo weekend

    L’azione di una depressione sul Mediterraneo interesserà l’Italia anche nelle prossime ore. A seguire, durante la settimana in corso, saranno ancora le correnti perturbate di natura atlantica a prevalere sul Mediterraneo; specie tra sabato e domenica i principali modelli meteo confermano un nuovo impulso di maltempo in arrivo, con piogge e temporali specialmente lungo le regioni tirreniche.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale YouTube, al quale vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: