Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 19 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, in arrivo il primo DPCM di Draghi sugli spostamenti: ecco cosa si potrà fare

Le misure anti coronavirus in scadenza tra qualche giorno potrebbero essere prorogate al 30 marzo: ecco cosa succederà in Italia

Coronavirus, in arrivo il primo DPCM di Draghi sugli spostamenti: ecco cosa si potrà fare
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi - Foto Store Norske Leksikon
1 di 2
  • Coronavirus, in arrivo il primo DPCM di Draghi sugli spostamenti: ecco cosa si potrà fare

    In queste ore il neo Premier Mario Draghi sta lavorando al nuovo DPCM, importantissimo per confermare le misure anti-coronavirus, atte a contenere il più possibile la curva dei contagi che, purtroppo, ad oggi non ha subito recessioni tanto importanti da permettere una riapertura o l’assunzione di una linea più morbida. ECCO LE ZONE PIÚ A RISCHIO PER LE VARIANTI COVID-19

    DPCM Draghi sugli spostamenti tra regioni

    Giovedì scade il DPCM attualmente in corso di validità, che vieta lo spostamento tra regioni se non per comprovati motivi di necessità quali lavoro, studio o assistenza a parenti bisognosi o non autosufficienti. Il Consiglio dei Ministri, che si riunisce questa mattina, secondo indiscrezioni potrebbe convalidare e prorogare queste misure fino al 30 marzo. L’idea è quella di stringere i denti in questo momento per poi sperare di poter allentare la presa a ridosso delle vacanze pasquali. Anche per permettere agli operatori del settore del turismo di poter inaugurare la stagione primaverile senza particolari problemi e riprendere a lavorare e guadagnare, visto che sono stati una delle categorie maggiormente messe alla prova dalle chiusure. AD APRILE IL VIRUS PUÓ SPARIRE DEL TUTTO IN UNO STATO DEL MONDO: ECCO QUALE

    Italia tutta arancione?

    Tra le proposte al vaglio al Consiglio dei Ministri c’era anche quella di far diventare tutta l’Italia zona arancione, proprio per cercare di abbassare il più possibile il coefficiente Rt e cercare di arrivare a primavera in una condizione tale per cui sarebbe stato plausibile far aprire le strutture di ristorazione e di accoglienza turistica. Questa ipotesi è però sfumata, nonostante sia stata caldamente appoggiata da alcuni tecnici competenti, primo tra tutti il Dottor Andrea Crisanti. Che, ormai da mesi, suggerisce insistentemente di attuare un lockdown risolutivo, che ci porti fuori una volta per tutte dal plateau della curva epidemiologica, che non sta subendo flessioni rilevanti. L’idea di Mario Draghi è quella di lasciare, laddove l’Rt lo permette, le regioni in zona gialla e di circoscrivere mini zone rosse nelle località che presentano criticità più importanti o focolai, soprattutto per quanto riguarda le varianti, sulle quali ci sono ancora molte perplessità, dubbi e timori. UN MESE DI CHIUSURA PER RIAPRIRE A PASQUA: ECCO LO SCENARIO

    CONTINUA A LEGGERE

  • Ci si potrà spostare tra regioni con il nuovo DPCM Draghi?

    Nonostante molte regioni resteranno gialle non sarà comunque possibile spostarsi tra regioni, se non per motivi di comprovata necessità. In poche parole non cambieranno le regole rispetto all’ultima ordinanza sottoscritta dall’ex Premier Conte. Al momento la decisione di Draghi sembra essere questa e si aspetta solo l’ufficialità per confermarla: questione di ore.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per importanti siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia passione innata per il giornalismo.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia