Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, in arrivo la pillola per contrastare l’infezione: ecco come funziona | Pfizer bruciata sul tempo?

Il colosso farmaceutico Merck ha completato la fase di test di un farmaco orale anti coronavirus: tutti i dettagli e i risultati dei test clinici

Coronavirus, in arrivo la pillola per contrastare l’infezione: ecco come funziona | Pfizer bruciata sul tempo?
Foto PixaBay.com
1 di 2
  • Coronavirus, in arrivo la pillola per contrastare l’infezione. Il colosso farmaceutico Merck potrebbe anticipare Pfizer

    Possibile svolta nella lotta al coronavirus. Da diversi mesi i colossi farmaceutici sono al lavoro su medicinali di tipo orale in grado di, quando assunti, evitare la morte per Covid e il ricovero in terapia intensiva. “In testa” a questa corsa contro il tempo c’era Pfizer, la stessa azienda statunitense che ha foraggiato gran parte del mondo con i suoi vaccini. Ora però le cose sono cambiate perché l’altro big pharma Merck avrebbe trovato la chiave prima di Pfizer e starebbe per chiedere alla Food And Drug Administration americana l’autorizzazione per l’utilizzo (per ora esclusivamente negli Stati Uniti) del farmaco anti Covid realizzati dai suoi scienziati. Ad annunciarlo è stata la stessa azienda sul suo sito ufficiale.

    I dettagli sul farmaco di Merck

    L’azienda farmaceutica Merck, tra le più importanti al mondo, ha portato a termine la fase di test clinici del farmaco antivirale Molnupiravir che dimostra come esso sia sicuro ed efficace contro le forme gravi o fatali di coronavirus. Si tratterebbe dunque della prima pillola orale in circolazione, sviluppata in sinergia con la società di biotecnologie Ridgeback Biotherapeutics: essa sarebbe in grado sia di evitare al contagiato di non soffrire di sintomi gravi, sia a chi è stato a stretto contatto con esso di non sviluppare il virus. Il farmaco andrebbe assunto quattro volte al dì per cinque giorni. ADDIO ALLE MASCHERINE? L’ANNUNCIO DEL VICEMINISTRO SILERI

    Lo studio

    La fase di test di Molnuvirapir ha coinvolto 775 volontari: i risultati della sperimentazione hanno permesso di sottolineare come il tasso di ospedalizzazione o morte nei pazienti che hanno ricevuto il farmaco Merck è stato pari al 7,3%, rispetto al 14,1% di coloro che hanno ricevuto un placebo. I ricercatori, inoltre, non hanno rilevato vittime nelle persone trattate con il farmaco rispetto agli otto registrati nel gruppo di controllo. Ottime notizie che, dunque, spianerebbero la strada alla compressa Merck. Se ne saprà di più nei prossimi giorni, decisivo sarà il parere della FDA. IL GREEN PASS VA TOLTO? ECCO DA QUANDO SECONDO L’ESPERTO

    CONTINUA A LEGGERE

  • Coronavirus, il bollettino di venerdì 1° ottobre 2021 in Italia

    Sono 3.405 i nuovi contagi di Covid-19 in Italia (ieri 3.804), a fronte di 293.469 tamponi giornalieri effettuati (ieri 308.836). La percentuale di positivi considerando il totale dei tamponi è all’1,2% (come ieri). Sono 52 le vittime registrate in un giorno. Le terapie intensive sono 429 (-11), con 20 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute dell’1 ottobre sulla situazione coronavirus in Italia.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia