Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 17 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

I non vaccinati per scelta dovranno pagarsi le spese mediche: lo annuncia il ministro della Sanità di Singapore

I non vaccinati dovranno pagarsi le spese mediche: ecco dove succederà a breve

I non vaccinati per scelta dovranno pagarsi le spese mediche: lo annuncia il ministro della Sanità di Singapore
I non vaccinati per scelta dovranno pagarsi le spese mediche: lo annuncia il ministro della Sanità- Foto Pixabay
1 di 2
  • I non vaccinati per scelta dovranno pagarsi le spese mediche: lo annuncia il ministro della Sanità

    Sono in arrivo novità per quanto concerne chi non ha intenzione di farsi somministrare il vaccino anti-Covid. Le spese mediche per le persone non idonee alla vaccinazione, come i minori di 12 anni o le persone che per problemi di salute non possono essere immunizzate resteranno a carico della sanità a Singapore, mentre dall’8 dicembre non saranno più pagate le spese mediche a chi non si è vaccinato per scelta. Leggi anche: Nuovo boom di contagi in due regioni italiane: superata la soglia dei ricoveri nelle intensive

    L’annuncio del ministro della Sanità

    Questa stretta è stata annunciata dal ministro della Sanità di Singapore. Sull’isola le persone ricoverate sono per la maggior parte non vaccinate. Pertanto il ministro della Sanità Ong Ye Kung ha parlato della necessità di dare un segnale importante ai non vaccinati per scelta. A chi è solo parzialmente vaccinato non verranno addebitate le spese per il Covid-19 fino al 31 dicembre, in modo da consentire di completare il percorso vaccinale, come riporta Corriere.it. Leggi anche: Scatta la zona di Protezione a Roma dopo nuovi casi di influenza aviaria, ecco cosa sta succedendo

    La peggiore ondata di contagi dall’inizio della pandemia

    Singapore sta affrontando la sua peggiore ondata di contagi dall’inizio della pandemia con circa 2.000-3.000 nuovi casi al giorno e anche alcuni decessi. Il ministro della Sanità ha spiegato che le persone non vaccinate rappresentano una maggioranza sostanziale di chi necessita di cure intensive e quindi questo pesa sulla pressione delle strutture sanitarie. Singapore ha un sistema sanitario privatizzato, con il governo che fornisce sussidi per le cure mediche in base ai livelli di reddito. Leggi anche: Coronavirus, nuove regole del Viminale per le manifestazioni no Green Pass: ecco cosa cambia

    CONTINUA A LEGGERE

  • I non vaccinati dovranno pagare l’assitenza sanitaria

    Dal giorno 8 dicembre quindi i non vaccinati dovranno pagare l’assistenza sanitaria come farebbero con qualsiasi altra patologia. A causa della variante Delta Singapore sta affrontando la sua peggiore ondata di contagi dall’inizio della crisi con circa 2.000-3.000 nuovi casi al giorno e anche diversi decessi. Nel mese di ottobre sono morte 358 persone. Si tratta del 70% delle 511 vittime registrate dall’inizio del 2020.  Secondo il governo 5,2 persone ogni 100mila non vaccinati sono malati gravi o addirittura intubati contro lo 0,5 delle persone che si sono vaccinate. Singapore ha uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo, con l’85% della popolazione di 5,5 milioni vaccinata con due dosi. Tra gli over 60 c’è ancora un 6% che ha preferito non immunizzarsi.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia