Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 10 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Tregua dal CALDO, atteso un CROLLO delle TEMPERATURE da metà della prossima settimana

METEO - Tregua dal CALDO, atteso un CROLLO delle TEMPERATURE da metà della prossima settimana anche di 10°C

METEO – Tregua dal CALDO, atteso un CROLLO delle TEMPERATURE da metà della prossima settimana
Meteo ITALIA, a metà della prossima settimana possibile cambio di circolazione con fine del caldo intenso

Ondata di caldo sull’Italia

Una nuova ondata di caldo sta “avvolgendo” il nostro Paese, raggiunto dall’ennesima risalita dell’anticiclone nord Africano verso il Mediterraneo centrale. Attualmente le temperature raggiungono i +36°C tra ternano e pianure interne del Lazio, nonché su Sardegna, Sicilia, cosentino e valli interne del centro. Nel corso delle prossime ore si sfioreranno i +40°C sulle zone interne di Sardegna e Sicilia, mentre si toccheranno i +38°C tra Umbria ed Agro Romano e sull’Emilia. Il caldo intenso avrà però i giorni contati, vediamo tutti i dettagli nel prosieguo dell’editoriale.

Picco del caldo tra domani e martedì, attese punte di +40°C

L’ondata di caldo raggiungerà il suo apice tra domani e martedì quando si potranno raggiungere picchi di +40°C non solo al sud. Lunedì 4 luglio sono attese isoterme in libera atmosfera tra i +20°C ed i +24°C alla quota di 850 hPa sul centro-nord con le temperature massime che raggiungeranno infatti punte di +40°C sull’Emilia, Umbria e zone interne del Lazio; massime diffusamente al di sopra dei +35°C al sud ed Isole con punte di +38/+40°C anche sulle zone interne delle due Isole Maggiori. Nella giornata di martedì si registrerà un graduale calo al nord nei valori massimi, anche se si manterranno al di sopra dei +35°C, mentre sulle zone interne del sud ed Isole Maggiori si potranno ancora toccare i +40°C.

Anticiclone nord africano in ritirata da giovedì, temperature in brusco calo

METEO - BREAK dell'ESTATE a causa di un ATTACCO di MALTEMPO in arrivo con TEMPORALI e CALO TERMICO? La tendenza

Cambio circolatorio con calo delle temperature da metà della prossima settimana.

L’egemonia dell’anticiclone nord Africano potrebbe ben presto terminare, quantomeno momentaneamente. Nel corso della prossima settimana tenderà ad indietreggiare ad iniziare dal nord Italia, dove si inizieranno a farsi strada le prime avvisaglie instabili già a partire dalla giornata di domani. Un più repentino cambio circolatorio è però atteso da giovedì, quando un fronte freddo in transito sull’Europa centrale riuscirà a lambire anche il nostro Paese, portando temporali, acquazzoni ed un calo delle temperature. La massa d’aria che accompagnerà il sistema instabile sarà di natura oceanica, quindi più fresca, estendendosi anche alle regioni meridionali entro la giornata di venerdì. Caldo africano quindi con i giorni contati, vediamo nella prossima pagina di quanto scenderanno le temperature sul nostro Paese.

CONTINUA A LEGGERE


Temperature in calo localmente anche di 10°C da giovedì

Il passaggio dell’impulso instabile sarà accompagnato da un cambio circolatorio che potrebbe tenerci compagnia anche per la seconda parte del mese di luglio. Masse d’aria di natura oceanica andranno infatti a sostituire quelle bollenti sahariane, determinando quindi temperature più consone per il periodo. Il calo delle temperature inizierà a registrasi già nella giornata di martedì al centro-nord, seppur con valori ancora decisamente elevati con punte di +34/+36°C. Calo termico che continuerà gradualmente nella giornata di mercoledì, ma sarà giovedì che si registrerà una diminuzione più consistente. Il passaggio del fronte instabile determinerà infatti un calo considerevole al nord, quando i valori massimi si porteranno al di sotto della soglia dei +30°C, così come sul medio Adriatico fino al nord della Puglia. Venerdì l’aria più fresca raggiungerà anche l’estremo sud Italia ponendo definitivamente fine al caldo intenso che ci attanaglia ormai da quasi un mese. Rispetto ai valori che si raggiungeranno tra oggi e domani, tra giovedì e venerdì si registreranno anche 10°C in meno al nord, Toscana, Sardegna e sud Peninsulare. In montagna il calo potrebbe essere anche più consistente, considerando ad esempio il passaggio sull’Appennino centrale da un’isoterma ad 850 hPa di circa +24/+25°C di oggi ai +11/+12°C per la giornata di venerdì 8 luglio.

Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

Meteo  – Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

 

 

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della sezione redazionale meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia