Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 20 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, dal 15 novembre non si potrà accedere a queste strutture: ecco dove e tutti i dettagli

Covid-19, la risalita dei contagi fa scattare nuove limitazioni: dal 15 novembre non si potrà accedere a queste strutture. Ecco dove e tutti i dettagli

Coronavirus, dal 15 novembre non si potrà accedere a queste strutture: ecco dove e tutti i dettagli
Coronavirus, dal 15 novembre non si potrà accedere a queste strutture: ecco dove e tutti i dettagli - Foto Pixabay
1 di 2
  • Coronavirus, aumenta il livello d’allerta a causa della crescita dei casi

    La crescita dei casi di Coronavirus in atto in Italia da diversi giorni sta facendo nuovamente aumentare il livello di allerta, con il Governo intenzionato ad imprimere un’accelerazione alla somministrazione delle terze dosi del vaccino. Al momento la situazione risulta essere ancora sotto controllo e, infatti, tutte le Regioni rimarranno in zona bianca anche nel corso della prossima settimana. C’è, però, chi ha già deciso di correre ai ripari: si tratta della Valle d’Aosta, dove un’ordinanza firmata nei giorni scorsi ha introdotto delle limitazioni che saranno in vigore dal 15 novembre al 3 dicembre 2021. Leggi anche Coronavirus, nuovi comuni in zona arancione in Sicilia: ecco quali e la situazione dei contagi

    In Valle d’Aosta sospese le visite nelle case di riposo

    Erik Lavevaz, presidente della Valle d’Aosta, ha firmato un ordinanza che sospende le visite dei parenti nelle strutture residenziali socio-assistenziali per anziani e socio-sanitarie per il trattamento delle demenze da lunedì 15 novembre fino al 3 dicembre. Sospese, come riporta Ilfattoquotidiano.it, anche le uscite degli ospiti (circa 800) per motivi non sanitari. Queste decisione arriva dopo la ripresa della circolazione del contagio sul territorio. Leggi anche La nuova variante Covid è molto diversa dalle altre: ecco perchè gli scienziati sono preoccupati

    Limitazioni in attesa che la terza dose faccia effetto

    L’ordinanza sarà in vigore fino al 3 dicembre, data entro la quale “si prevede di ottenere, compatibilmente con l’evolversi della situazione epidemiologica, una risposta anticorpale efficace degli ospiti e degli operatori a seguito della somministrazione della terza dose vaccinale attualmente in corso”. Ad Aosta, in realtà, l’amminstrazione comunale ha già sospeso la visite nelle tre strutture che gestisce dopo l’individuazione du un nuovo focolaio. Leggi anche Il presidente dell’Oms ammette: “La terza dose non è urgente e non ha senso vaccinare i bambini..”

    CONTINUA A LEGGERE

  • Il triste primato della Valle d’Aosta

    La Valle d’Aosta ha il triste primato della Regione con la mortalità più alta tra le regioni europee: 475 le vittime dall’inizio della pandemia, la maggior parte anziana. Il focolaio individuato nel Centro polivalente di via Saint-Martin-de-Corléans ha fatto emergere la positività di 12 dei 13 anziani. Una donna è morte a seguito dell’infezione. La donna, 86 anni, non era ricoverata in ospedale.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia