Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 18 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, focolaio della variante inglese: scatta il lockdown in un comune della Sardegna

Covid-19, focolaio di variante inglese in provincia di Sassari: a Bono scatta il lockdown fino al 6 marzo. Firmata l'ordinanza

Coronavirus, focolaio della variante inglese: scatta il lockdown in un comune della Sardegna
Coronavirus, lockdown in un comune del palermitano (Foto Youtube)
1 di 3
  • Coronavirus, a Bono lockdown fino al 6 marzo

    Nessuna Regione è attualmente in zona rossa, ma da nord a sud sono tanti i comuni con misure restrittive più stringenti a causa di una situazione epidemiologica più critica. Tra questi c’è Bono, in provincia di Sassari, entrato in lockdown per contenere il focolaio della variante inglese del Coronavirus individuato nei giorni scorsi. Si tratta di una variante che incute una certa preoccupazione e per questo motivo è stata disposta tale restrizione. Fino al 6 marzo i 3.500 abitanti del paese sardo saranno sottoposti ad ulteriori limitazioni rispetto a quelle nazionali e regionali. Leggi anche Coronavirus, divieto di spostamento tra regioni e zona arancione ovunque: i provvedimenti del Premier Draghi

    Ecco i divieti in vigore a Bono

    Il sindaco Elio Mulas, come riporta Unionesarda.it, ha firmato nelle scorse ore l’ordinanza che istituisce un vero e proprio lockdown a Bono fino al 6 marzo: resteranno chiuse, infatti, tutte le attività commerciali tranne tabaccai, giornalai, farmacie, parafarmacie e generi alimentari, che chiuderanno però domenica 21 e 28 febbraio. Limitati anche gli spostamenti, possibili solo per motivi di lavoro, studio o salute. Leggi anche Coronavirus, lockdown soft in arrivo? La richiesta delle Regioni: ecco di cosa si tratta

    Le dichiarazioni del Sindaco

    Di seguito le dichiarazioni del primo cittadino di Bono Elio Mulas: “L’ordinanza punta a evitare il formarsi di assembramenti di persone e a evitare ogni occasione di possibile contagio che non sia riconducibile a esigenze specifiche e inderogabili o a un particolare stato di necessità. È utile e necessario garantire un elevato livello di protezione e distanziamento sociale per contenere il diffondersi della citata epidemia nel territorio comunale di Bono”. Di seguito riportiamo anche il bollettino sull’andamento del contagio in Italia. Leggi anche Coronavirus, ora scatta la chiusura di tutte le scuole a Cerchiara di Calabria: ordinanza valida almeno sino al 24 febbraio

    CONTINUA A LEGGERE

  • L’Ats al lavoro per risalire alle origini del contagio

    L’Ats, intanto, sta provando a ricostruire la catena di contagio per risalire all’origine del focolaio: secondo l’Azienda per la tutela della salute, a portare la variante inglese potrebbe essere stato un militare tornato dal Libano il 31 gennaio e risultato poi positivo al tampone: “Abbiamo subito notato una velocità maggiore nei contagi tipica di questa variante”, ha spiegato Francesco Sgarangella, responsabile del Dipartimento di prevenzione Zona nord.

  • Coronavirus, la situazione in Italia

    Nella giornata di ieri, in Italia, sono stati registrati 14.931 nuovi casi di Coronavirus su 306.780 tamponi effettuati, per un tasso di positività del 4,8%. 251 i decessi. In aumento di 4 unità i pazienti in terapia intensiva, per un totale di 2.063. In calo di 106 unità, invece, i pazienti ricoverati con sintomi, al momento 17.725.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia