Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 14 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, quattro Regioni a rischio zona gialla. Ecco quali

Risalgono i contagi da Coronavirus in Italia, aumenta l'incidenza del virus e di conseguenza anche le ospedalizzazioni: tre Regioni e una provincia autonoma a rischio zona gialla

Coronavirus, quattro Regioni a rischio zona gialla. Ecco quali
Coronavirus, quattro Regioni a rischio zona gialla. Ecco quali - Foto Pixabay
1 di 3
  • Riprende la pandemia in Italia, l’indice Rt sopra 1

    La situazione epidemiologica, in Italia, è in graduale peggioramento: da nord a sud si sta registrando da diversi giorni una crescita dei contagi da Coronavirus. L’indice di contagio Rt, come certificato dall’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, ha superato quota 1. Il rischio, ora, è un ritorno delle restrizioni: l’aumento dell’incidenza del virus, infatti, sta facendo viaggiare diverse Regioni verso la zona gialla. Leggi anche Coronavirus, arriva il secco no del CTS: vietato l’innalzamento della capienza al 100% in occasione di Italia-Svizzera

    Tre Regioni e una provincia autonoma a rischio zona gialla

    In tre Regioni e in una provincia autonoma l’epidemia è in chiara ripresa: maggiormente a rischio zona gialla, come riporta Open.online, sono Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Calabria e Bolzano. Ma l’incidenza è superiore a 50 positivi ogni 100mila abitanti in ben tredici Regioni: quello dell’incidenza è solo uno dei tre parametri che vengono presi in considerazione per il cambio di colore delle Regioni. Gli altri parametri riguardano infatti le ospedalizzazioni. Leggi anche Coronavirus, arriva l’importante annuncio di Roberto Speranza: “Terza dose del vaccino anche agli under 60…”

    La situazione negli ospedali

    In Friuli-Venezia Giulia, come riporta il Corriere della Sera, i reparti ordinari sono occupati al 7,7% e le rianimazioni al 9,1%; a Bolzano, dove l’incidenza è pari a 189,1 casi ogni centomila abitanti, la soglia delle ospedalizzazioni è all’11,6%, mentre le terapie intensive sono occupate al 3,8%; in Calabria i reparti ordinari sono al 10,2%, le rianimazioni al 4,7%; nel Lazio c’è un’occupazione del 7,7% in area medica e del 9,1% in rianimazione. Leggi anche Coronavirus, modifica al Green Pass? “È ora di aggiornarlo, ecco come…”. Le parole di D’Amato

    CONTINUA A LEGGERE

  • Le città con l’incidenza più alta

    Per quanto riguarda le città, sono dieci le province con i contagi in crescita: a Trieste l’incidenza più alta, con 410mila contagi ogni centomila abitanti. Il numero di positivi, nella Regione, è triplicato in un giorno. A Trieste, come riporta Repubblica, c’è uno dei più basso indici di vaccinazione: un cittadino su tre non è vaccinato. A seguire troviamo la provincia autonoma di Bolzano e Rieti. Incidenza sopra quota 100 anche per Catania.

  • Le dichiarazioni di Speranza

    Tra le altre città con un’incidenza molto alta troviamo anche Padova, Siena, Gorizia, Siracusa, Forlì-Cesena e La Spezia. Come dichiarato dal ministro della Salute Roberto Speranza, “se i reparti ospedalieri tengono non scatteranno misure e sarà un Natale come gli altri prima di Covid-19. Se invece i ricoveri salgono scatteranno le misure nei territori, in base al sistema dei colori”.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia