Giovedì 18 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

Meteo: avanza il caldo africano e aumentano ancora le temperature in gran parte d’Italia

Condizioni meteo al limite da metà settimana soprattutto per il nord Italia e la Sardegna.

Il caldo si farà intenso per il finale di giugno soprattutto al Centro Nord, dove ci attendiamo temperature fino a 7/8°C sopra le medie.
Il caldo si farà intenso per il finale di giugno soprattutto al Centro Nord, dove ci attendiamo temperature fino a 7/8°C sopra le medie.
  • Farà molto caldo in gran parte dell’ Italia nei prossimi giorni.

    Fatta eccezione per le regioni meridionali dove troveremo ancora qualche nube e qualche temporale al pomeriggio sui settori interni peninsulari, sull’Italia domina lo scenario meteo l’anticiclone di matrice sub-tropicale e con esso il sole e il bel tempo. Condizioni meteo prettamente estive per tutta la settimana in corso sulla nostra Penisola e temperature in aumento con caldo afoso in alcune regione ma non tutte, vediamo maggiori dettagli.

    Anticiclone Africano in sconfinamento verso l’Europa occidentale.

    Attraverso il bacino del Mediterraneo occidentale le correnti dal deserto africano raggiungeranno Spagna, Francia, Germania e Inghilterra. L’ Italia verrà solo lambita con la Sardegna e le regioni nord-occidentali maggiormente coinvolte dalla risalita africana. Qui il caldo a metà settimana si farà sentire pesantemente con picchi di temperatura anche di 40 gradi.

    Intensa e prolungata ondata di caldo in Europa e in Italia

    Intensa e prolungata ondata di caldo in Europa e in Italia

    Temperature in aumento e possibili record di caldo da Mercoledì.

    Sarà la Sardegna prima, il Piemonte e la Lombardia poi, le regioni maggiormente interessate dall’ondata di caldo record con picchi di temperatura fino a 40 gradi, specie sul Campidano e sulle altre pianure interne della Sardegna, Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana, Umbria e Lazio poco meno con 38 o 39 gradi.

  • Ondata di caldo intensa sull’Europa nei prossimi giorni, con anomalie di temperatura anche superiori a 10°C.

    Pericolo ondata di caldo afoso anche per la pianura Padana

    Con l’Anticiclone Africano sempre in agguato sul Mediterraneo ed ora persino fino in Francia dove si arriverà a toccare i 40 gradi nell’utlima settimana del mese, il mese di Giugno risulterà uno tra i più roventi dell’ultimo millennio, a paragone anche del famoso 2003. Attenzione anche all’afa oltre che ai 40 gradi previsti, particolarmente accentuata al nord-ovest e in pianura Padana dove il caldo umido accrescerà la sensazione di disagio. Particolarmente a rischio il settore padano di confine tra Piemonte, Emilia e Lombardia.

  • Anticiclone africano in risalita sull’Europa con una ondata di caldo che si preannuncia come una delle più intense mai registrate.

    Clima sempre caldo ma non afoso sul resto d’Italia.

    Con l’anticiclone africano in espansione sull’Europa occidentale avremo un sensibile aumento delle temperature specie sulla Sardegna e regioni nord-occidentali. Sugli altri settori d’Italia sarà sempre molto caldo ma secco e non umido grazie alle correnti settentrionali prevalenti in rotazione intorno al promontorio di alta pressione.

  • Vi invitiamo dunque a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

SEGUICI SU: