Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 14 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, Aifa segnala rari casi di perdita capillare dopo il vaccino Astrazeneca: i sintomi della sindrome e i dettagli

L'AIFA ha segnalato rari casi di perdita capillare dopo essersi sottoposti al vaccino AstraZeneca, un morto in Italia

Coronavirus, Aifa segnala rari casi di perdita capillare dopo il vaccino Astrazeneca: i sintomi della sindrome e i dettagli
Coronavirus, possibili incentivi per vaccinarsi: le parole del Governatore - Foto Wikimedia Commons
1 di 2
  • Coronavirus, Aifa segnala rari casi di perdita capillare dopo il vaccino Astrazeneca: i sintomi della sindrome e i dettagli

    Il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) non smette di far parlare di se: dopo i gravi effetti collaterali che hanno portato a diverse morti in Italia e non solo, è stato scoperto un nuovo problema di salute generato dal siero anglosvedese. L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha segnalato dei rari casi di sindrome da perdita capillare dopo essersi sottoposti al vaccino AstraZeneca. Una di queste persone, come riportato da Notizie.it, è addirittura morta nel nostro Paese pochi giorni dopo l’inoculazione del siero, anche se aveva una situazione clinica particolare. Ciò non cambia comunque le disposizioni governative riguardo la somministrazione del vaccino Vaxzevria in Italia. LA VARIANTE DELTA É IN ITALIA: ECCO LE REGIONI PIÚ COLPITE

    I sintomi da perdita capillare

    La sindrome da perdita capillare è caratterizzata dalla fuoriuscita di plasma sanguigno tramite le pareti dei capillari, dal sistema circolatorio sanguigno ai tessuti circostanti, compartimenti muscolari, organi e cavità corporee. La fuoriuscita di sangue può causare uno shock circolatorio e sindromi compartimentali con conseguenti fenomeni di ipotensione, emoconcentrazione e ipoalbuminemia. I sintomi che si hanno quando si soffre di perdita capillare sono sintomi influenzali, disturbi gastrointestinali, debolezza e dolore agli arti. In seguito compaiono sete e vertigini, pressione molto bassa ed edema parziale o generalizzato ed estremità fredde. VIA ALLE MASCHERINE ALL’APERTO, ECCO DA QUANDO

    Il bollettino di mercoledì 23 giugno 2021

    Nelle ultime 24 ore sono stati 951 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia, mentre ieri erano stati 835. Aumentano i tamponi effettuati: 198.031, contro i 192.882 di ieri. La percentuale di positivi considerando il totale dei tamponi – quindi molecolari più antigenici rapidi – è allo 0,48% (ieri era allo 0,4%). Sono 30 i morti, 18 i pazienti in meno in terapia intensiva. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute di mercoledì 23 giugno 2021. NUOVO VACCINO FA FLOP E NON SUPERA I TEST, ECCO QUAL É

    CONTINUA A LEGGERE PER SCOPRIRE PER CHI É INDICATO IL VACCINO ASTRAZENECA

  • Chi può sottoporsi al vaccino Vaxzevria (AstraZeneca)

    Il Ministero della Salute ha stabilito che il vaccino AstraZeneca sarà somministrato in Italia esclusivamente agli over 60 per evitare rischi di trombocitemie (soprattutto nelle donne). Chi però si è già sottoposto alla prima dose del siero Vaxzevria avrà due possibilità per ottenere la seconda: riceverne un’altra AstraZeneca o farsi inoculare il siero Pfizer o Moderna (vaccinazione eterologa) per completare il ciclo vaccinale.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia